Capri Watch fashion & Accessories

Abuso nella montagna, il Consiglio comunale dice no alla demolizione

oasi-vico-equense

VICO EQUENSE. No alla demolizione dell’immobile abusivo costruito nel costone roccioso della zona dei Bikini. Il Consiglio comunale, nell’ultima seduta, ha, infatti, dichiarato la struttura di “prevalente interesse pubblico”, nonostante le proteste dell’opposizione ed il parere contrario del segretario comunale. L’edificio sorge in via Luigi Serio, alle spalle del punto ristoro de L’Oasi, ed è stato già acquisito al patrimonio pubblico anche perché, secondo la maggioranza, demolirlo sarebbe eccessivamente costoso.

La struttura è stata realizzata all’interno del costone roccioso, su tre livelli di 200 metri quadrati l’uno, per un volume complessivo di oltre 2mila metri cubi ed acquisita al patrimonio comunale nel 2007 proprio perché edificata senza le necessarie autorizzazioni. Proprio perché edificata nella montagna risulterebbe decisamente difficile se non impossibile procedere al ripristino dello stato dei luoghi.

Contrario all’acquisizione, invece, il segretario comunale Luigi Salvati, il quale ritiene manchi il requisito del prevalente interesse pubblico in quanto nella zona dove è ubicato il manufatto non sono previste attività di pubblica utilità. Dello stesso avviso anche l’opposizione che al momento del voto ha abbandonato l’aula del Consiglio comunale.