Capri Watch - Fashion Accessories

Abusi edilizi, a Sorrento denunciati 10 soggetti

abusivismo-edilizio

SORRENTO. Una nuova raffica di denunce per la violazione della normativa urbanistica. Sono dieci i soggetti che la polizia municipale di Sorrento ha deferito alla procura della Repubblica di Torre Annunziata per abusivismo. Nell’elenco figurano sia società che privati, in qualità di proprietari degli immobili, committenti dei lavori, tecnici cui è affidata la direzione dei cantieri e titolari delle ditte esecutrici delle opere.

Nel dettaglio presso un pubblico esercizio di Marina Grande gli agenti ed i tecnici del servizio Antiabusivismo del Comune di Sorrento hanno rilevato la realizzazione di una pedana con una pergotenda sovrastante di 50 metri quadri in difformità rispetto all’autorizzazione per chiusure verticali avvolgibili. Nello stesso locale risulta anche la presenza di una tenda a sbraccio ancorata alla facciata del fabbricato. Denunciata la società titolare dell’attività.

In via Palomba su un immobile già oggetto di contestazioni edilizie del 2004, è stata riscontrata la realizzazione di una scala a chiocciola in legno e ferro, lavori di rifinitura al sottotetto per renderlo abitabile, il completamento di chiusure perimetrali, la posa di un motore esterno per l’aria condizionata e di una porta-finestra. Tre in questo caso i soggetti deferiti all’Autorità Giudiziaria.

Presso una struttura ricettiva di via degli Aranci rilevata la posa di un palo con insegna a bandiera non autorizzata. In questo caso è stata denunciata la società titolare dell’albergo. In un’attività extralberghiera di via San Nicola rilevata l’edificazione in assenza di autorizzazioni di una casetta in legno su di un albero di ulivo con tanto di scale in legno per raggiungerla, un capanno in legno di 16 metri quadrati ad uso reception, una tettoia in legno e pannelli in plastica destinata a legnaia di 45 metri quadri ed una piscina prefabbricata fuori terra con relativi impianti di circa 12 metri quadrati. In questo caso sono 4 le persone denunciate, mentre le strutture sono state poste sotto sequestro giudiziario.

Infine in un bar-ristorante del corso Italia rilevata la presenza di una pergotenda con copertura retrattile a forma di “U” ricoprente una superficie di circa 80 metri quadri ed un piano interrato funzionale all’attività di 210 metri quadrati. Deferita la società proprietaria dell’esercizio.