Capri Watch - Fashion Accessories

A Sorrento un Consiglio comunale sull’emergenza Covid-19

comune-sorrento

“C’è la necessità di un momento di confronto serio e approfondito in Consiglio comunale, con la videoconferenza se è stata attivata la relativa procedura, perchè il sindaco aggiorni formalmente il consiglio sulla situazione e su tutte le misure che sono state e vengono adottate sia per il contenimento del contagio, sia per le provvidenze in favore delle fasce più deboli della popolazione”.

Così Antonino Fiorentino, consigliere di opposizione, rivolge un invito al primo cittadino di Sorrento, Giuseppe Cuomo, ed al presidente dell’assemblea, Luigi Di Prisco, affinchè si svolga una riunione del Consiglio sull’emergenza Covid-19 in città.

“Ormai il dibattito sembra confinato su Facebook, ma per la particolarità della situazione che stiamo vivendo e per garantire ai cittadini che tutte le procedure e le iniziative poste in campo siano trasparenti, al di sopra di ogni sospetto è utile nell’interesse di tutti discuterne nella sede preposta – aggiunge Fiorentino -. Qui non si tratta di voler fare polemiche strumentali, ma è chiaro che la materia è delicata sotto molteplici aspetti e coinvolgere anche la minoranza in questo discorso serve soltanto a rafforzare le buone prassi e sgomberare il campo da equivoci o malevole interpretazioni che circolano in abbondanza sulla rete, ma anche tra le persone che ne discutono e ci chiedono chiarimenti.

Come opposizione avvertiamo forte l’esigenza di dare anche un nostro contributo perchè rappresentiamo una larga fetta della città e siamo comunque amministratori che responsabilmente vogliamo fare la nostra parte. Auspico perciò che il presidente Di Prisco dia sollecitamente seguito alla nostra richiesta e convochi un Consiglio comunale al più presto”.

“Il 31 marzo scorso – la risposta di Di Prisco – ho chiesto di predisporre la piattaforma che da remoto consente di realizzare il Consiglio comunale con modalità online, in conformità a quanto previsto dalla normativa vigente in costanza dell’emergenza sanitaria. Il Ced (centro elaborazione dati comunale) sta lavorando per rendere fruibile la piattaforma. Credo che in tempi brevi avremo la possibilità di tenere il Consiglio in teleconferenza”.