Capri Watch, fashion accessories

A Massa Lubrense tre giorni dedicati alla cultura a 360 gradi

booksophia

Da giovedì 12 Massa Lubrense diventerà la piazza di BookSophia-Festival della Classicità, manifestazione voluta dalla locale sezione dell’Archeoclub d’Italia, sostenuta dall’amministrazione comunale, appoggiata dal ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca e realizzata in collaborazione con il Circolo Endas Penisola Sorrentina, la rete Otis, l’associazione giovanile ‘I Virgiliani’, la Pro Loco Massa Lubrense e la Pro Loco Due Golfi. Un evento che porterà a Massa Lubrense 36 prestigiosi ospiti tra cui Valerio Massimo Manfredi, Sebastiano Maffettone, il presidente nazionale di Archeoclub Claudio Zucchelli, Massimiliano Marotta, monaci tibetani, giudici, scrittori, un testimone di mafia sotto protezione, professori dell’Istituto per gli Studi Filosofici di Napoli, la Sovrintendenza Archeologica, professori delle Università e rappresentanti del mondo culturale nostrano.

A far che cosa? 
A parlare di Classicità. Cioè a parlare di storia, filosofia, arte, legge, giustizia e memoria storica e collettiva. 
Perché?
 Perché vogliamo creare per Massa Lubrense nuove opportunità scommettendo sulla cultura. 
Andiamo per ordine: gli incontri sono a pagamento?
 Assolutamente no. Tutti gli incontri sono liberi. Ma per motivi di sicurezza e di capienza, vista la richiesta massiccia di partecipazione, occorre prima registrarsi: si può scrivere a festivalbooksophia@gmail.com, ma poi ci si deve recare nei locali della Pro Loco nei giorni del Festival (12-13-14 ottobre) per ricevere il gadget identificativo. Il programma è consultabile sul blog: festivalbooksophia.blogspot.it o sulla pagina Facebook (festival booksophia).

Ci sono 4 appuntamenti in contemporanea: nella Antica Cattedrale, nel Palazzo Vespoli, nella Sala delle Sirene, all’Archeoclub: basta scegliere. In orario continuato: dalle 9 alle 18, per 3 giorni. Alle 20 di ogni sera poi ci sarà una rappresentazione di teatro classico nello spettacolare anfiteatro dell’Ex Flamingo di Termini a cura di 180 ragazzi provenienti da licei di Roma: anche questi liberi.

Ricapitolando potrete fare 3 cose: seguire le lezioni di professori, incontrare personaggi del mondo della cultura (scrittori, testimoni di mafia, giudici, testimoni del mondo orientale, ospiti di altre culture); assistere agli spettacoli di teatro classico.
 In più nelle scuole Pulcarelli e Bozzaotra sarà proiettato il docufilm prodotto dall’Ansa dal titolo “L’eredità di Falcone e Borsellino”.

Quanto dura ogni incontro?
 Ogni incontro dura 1 ora e mezza: ogni ospite lo sa; il suo obiettivo è comunicare non farsi le foto. Tutti gli ospiti hanno preso la cosa molto seriamente: saranno qui perché vogliono farsi capire. Niente di difficile, solo condivisione. 
Perché a Massa Lubrense?
 È una domanda a cui tutti dovranno saper rispondere: quindi chi non lo sa è pregato di partecipare a BookSophia.
 Ma ne vale la pena?
 Dipende da come si vuole vivere: anche smettere di fumare per alcuni non vale la pena. Noi pretendiamo che Massa Lubrense si distingua. E ci stiamo provando. 
Chi volete ringraziare ora? 
Tanti, quindi lo faremo il 15 ottobre a manifestazione conclusa. Per adesso invitiamo tutti, ma veramente tutti, a far diventare BookSophia un appuntamento fisso di livello nazionale.