Capri Watch fashion & Accessories

Il ministero finanzia il progetto del San Paolo “Assaggiarte”

istituto-san-paolo

SORRENTO. Una gran bella sorpresa è uscita dall’uovo pasquale dell’Istituto polispecialistico “San Paolo”. Infatti, da parte del ministero dei Beni Culturali è stata appena pubblicata la graduatoria del bando “Scuola – spazio aperto alla cultura” ed il “San Paolo” di Sorrento si è classificato al secondo posto nazionale con il progetto “Assaggiarte – arte contemporanea intorno al cibo”.

Questo risultato è il frutto di un intenso lavoro, coordinato dalla dirigente scolastica Paola Cuomo, con il supporto del docente-progettista. Filippo De Maio, in rete con l’Istituto superiore “Axel Munthe” di Anacapri e l’Istituto Tecnico Superiore “Bact” di Vico Equense. L’amministrazione comunale di Sorrento, per il tramite dell’assessore Maria Teresa De Angelis ha supportato l’iniziativa in tutte le complesse fasi progettuali.

Il progetto “Assaggiarte” si pone l’obiettivo generale di rispondere alla sempre più crescente necessità di orientare e valorizzare talenti, competenze, attitudini e saperi dei giovani, con maggior riguardo a coloro che dispongono di minori opportunità, riconoscendo il valore rigenerativo della cultura per lo sviluppo, la trasformazione e la competitività dei territori. In quest’ottica, si intende riadattare ed aprire alla comunità (non solo ai propri studenti) gli ambienti del complesso monumentale di piazza della Vittoria per favorire la promozione dell’arte e della creatività giovanile ispirandosi al cibo e alle tradizioni alimentari, in collaborazione con i propri studenti del corso “alberghiero-enogastronomico”.

Il progetto si arricchisce di variegati percorsi creativi in modo da soddisfare il maggior numero di giovani, che potranno scegliere tra vari laboratori ed eventi, i quali saranno ben distribuiti in un arco temporale di oltre un anno. Sono previsti dei laboratori di ceramica, di intaglio del tufo, di intarsio ligneo, di fotografia e video-arte, di food-art e di teatro. Saranno inoltre organizzate delle mostre pittoriche e bibliografiche, sempre ispirate al cibo, presso la Sala del Parlatorio, sita all’interno dell’Istituto.

L’Istituto polispecialistico “San Paolo”, nell’ideazione della proposta progettuale, ha posto particolare attenzione alla creazione di collaborazioni con altre realtà (territoriali e nazionali), al fine di arricchire il progetto di variegati e qualificati contributi, permettendo, così, che sia anche l’istituzione scolastica a rinnovarsi e ad interagire con gli studenti con una modalità innovativa. Sono numerose le realtà culturali aderenti a questo progetto, tra le quali il Museo del Gusto di Frossaco (Torino), i Musei del Cibo della Provincia di Parma, la Soprintendenza Archeologica di Pompei, la Fondazione Sorrento, il Comune di Sorrento, il Comune di Massa Lubrense, l’Accademia Demo Etno Agri-Culturale e l’Ente Parco Monti Lattari.

Infine, aspetto interessante ma anche innovativo, è la totale apertura ai disabili, specialmente quelli visivi, delle attività artistiche. Con il coinvolgimento della sede provinciale dell’Unione Ciechi di Napoli e del Museo Statale Tattile di Ancona (ente appartenente al Mibact), si attiveranno dei laboratori creativi per ciechi che coinvolgeranno giovani dall’intera provincia. Questa occasione è preziosa, se si considera che in Campania sono veramente poche le attività realizzate a favore dei ciechi e comunque mai realizzate nel nostro contesto territoriale.

Il dirigente scolastico rivolge l’invito alle aggragazioni giovanili e culturali peninsulari e agli altri Enti locali di palesare la loro disponibilità per realizzare al meglio tutte le iniziative previste in questo progetto coinvolgendo il maggior numero di giovani.

Scarica l’app SorrentoPress per rimanere sempre aggiornato
Download on app storeDisponibile su Google Play