Capri Watch fashion & Accessories

Il giudice Livatino beato, il pensiero del vescovo di Sorrento-Castellammare

beato-livatino

“Che figura affascinante quella del nuovo beato Rosario Livatino. Un giudice che ha fatto della professione il motivo della sua vita, nella ricerca della giustizia e nella lotta a quella mentalità mafiosa che blocca lo sviluppo della nostra società, umiliando la dignità delle persone e soffocando la libertà individuale e collettiva in un clima di paura e omertà”.Lo afferma l’arcivescovo della diocesi di Sorrento-Castellammare di Stabia, Francesco Alfano.

Secondo il prelato, Livatino era “un credente che ha fondato la sua fede sul Vangelo, alimentando la sua vocazione laicale con la preghiera quotidiana e la pratica delle virtù cristiane in misura straordinaria. Consapevole dei gravi rischi che correva, non si è tirato indietro ma ha continuato a servire la società rispettando tutti, anche gli imputati che diceva giudicare e che restavano ai suoi occhi di credente sempre persone umane che potevano ricredersi fino alla conversione”.

“La sua testimonianza – conclude Alfano – tocca il cuore e infonde fiducia: possiamo sperare in un rinnovamento della società, a condizione che impariamo anche noi ad essere non solo credenti ma credibili come il ‘giudice ragazzino’ che ha posto tutta la sua azione e la sua stessa vita ‘Sotto la protezione di Dio – Sub Tutela Dei’”