Capri Watch fashion & Accessories

Da domani a Sorrento appuntamento con BookSophia-Festival della Classicità

booksophia

BookSophia-Festival della Classicità arriva alla quinta edizione. Da domani, giovedì 11 novembre, a sabato 13, l’evento culturale organizzato dall’Archeoclub Massa Lubrense sarà ospitato nell’auditorium “Antonino e Bianca Acampora” della chiesa del Capo di Sorrento. Per le limitazioni anti Covid il numero degli appuntamenti è ridotto, alcuni eventi saranno in presenza e sottoposti alle limitazioni d’accesso, altri saranno online.

“Questo progetto è a tutti gli effetti non una manifestazione, ma una scuola all’aperto e aperta a tutti – sottolinea il presidente Stefano Ruocco -. Desidero ringraziare per l’ospitalità don Mario Cafiero, parroco della parrocchia del Santissimo Rosario del capo di Sorrento, l’Archeoclub Nazionale con il presidente Santanastasio, tutti gli ospiti, (professori universitari, donne e uomini di cultura, giovani di talento) che hanno dato la loro disponibilità; anche le ProLoco di Massa Lubrense, l’Arcolaio, tutti i sostenitori, in primis il vice sindaco e l’assessore alla Cultura di Massa Lubrense, Giovanna Staiano e Sergio Fiorentino, e quanti dei miei ragazzi si sono rimboccati le maniche per una manifestazione complessa, articolata e importantissima. Mi riservo di ringraziarli uno per uno al termine del Festival”.

“La formula rimane invariata – aggiunge il direttore di BookSophia, Domenico Palumbo -. Il Festival prevede lezioni universitarie, incontri per il grande pubblico, laboratori e attività collaterali, tutto gratuito. Quest’anno ci sarà una lezione interamente in inglese (secondo giorno, ore 9), alcune online (dalla Francia, da Torino, da Milano, da New York), due laboratori coordinati dall’Ambasciatrice De Simone per il progetto Erasmus+ con l’Amp Punta Campanella ed i volontari del progetto Mare. Ci tengo a ricordare che questo Festival non è solo per gli studenti, ma è aperto a tutti”.

“L’obiettivo del Festival è sempre lo stesso: facciamo cultura. Abbiamo radici antiche, le nostre pietre parlano greco, latino, osco e napoletano; studiamole, facciamole conoscere e apriamoci al futuro. Timone a dritta e avanti tutta”, concludono gli organizzatori.

Per il programma si può consultare la pagina Facebook di BookSophia.

Scarica l’app SorrentoPress per rimanere sempre aggiornato
Download on app storeDisponibile su Google Play