Capri Watch fashion & Accessories

Caccia alla Plastica in Kayak nel mare di Sorrento

caccia-plastica-sorrento

SORRENTO. Ad organizzarla è stata l’associazione culturale Nemesi, la stessa che organizza la Caccia la Tesoro di Natale che tanto successo riscuote ogni anno a Sorrento e dintorni. Ed a giudicare dai risultati anche questa versione estiva in chiave di tutela ambientale è destinata a catturare sempre più interesse.

La Caccia alla Plastica in Kayak, così si chiama la manifestazione che si è svolta ieri lungo il litorale di Sorrento, è nata con lo scopo di coniugare sport, voglia di stare insieme e tutela ambientale (in particolare dell’ecosistema marino).

Una scommessa già vinta a giudicare di risultati: 30 partecipanti e tanti altri che avrebbero voluto esserci; 2 ore in kayak; circa 90 chilogrammi di plastica (e altri rifiuti) raccolti; e, soprattutto, un mare di risate.

Tutto questo non sarebbe stato possibile senza alcuni enti e persone che hanno offerto la loro disponibilità. Innanzitutto la Lega Navale Italiana Sezione Penisola Sorrentina nella persona di Guido Gargiulo (e gli altri iscritti presenti). Oltre ad aver messo a disposizione i kayak hanno scortato i partecipanti, col supporto della Capitaneria di Porto, per garantire la sicurezza della manifestazione.

caccia-plastica-sorrento-1

Stessa cosa ha fatto la delegazione locale di Marevivo che, guidata dalla presidente Maria Rosaria Di Natale, ha messo a disposizione una barca per il supporto logistico dell’attività organizzativa (arrivando a trainare il kayak designato a realizzare foto e video in mare, per consentire di raggiungere velocemente ogni angolo del campo di gara).

Immancabile Laura Cuomo in rappresentanza del gruppo La Grande Onda, ormai punto di riferimento importantissimo per la tutela del mare della penisola sorrentina. Non potevano mancare i Briganti Sorrento e hanno voluto partecipare anche gli amici di Sorrento Senza Traffico, freschi della loro prima assemblea pubblica.

Gli organizzatori ringraziano infine, ma non ultimi, Alice Amoroso per aver concesso loro uno spazio per le borse presso il b&b Marina Piccola 73 e il “padrino” dell’evento Luigi Cammarota che, dalla locandina alla premiazione è stato al gioco.

vincitori-caccia-alla-plastica-sorrento

Alla fine hanno vinto tutti, ma c’è qualcuno che ha vinto più degli altri perché c’erano dei premi in palio e si è deciso di premiare i primi 4 classificati. Ecco l’ordine finale:
1° classificato, con 21,5 kg raccolti Alessandro Parlato. Vince una bottiglia di spumante, da consumare presso Cornelia Cocktails and More;
2° classificato, con 15,2 kg raccolti Peppe Maresca e Giovanni Casola. Da regolamento gli organizzatori avrebbero dovuto dimezzare quanto raccolto dalla coppia, ma viste le difficoltà che li hanno costretti al ritiro prima del termine previsto (e visto lo spirito con cui hanno giocato e soprattutto reagito alle difficoltà) si è stabilito di considerare il peso per intero. Vincono un orologio composto da materiale riciclato e ad energia solare messo in palio dalla Bottega Del Gioiello.
3° classificato con 15 kg raccolti Andrea Ennio Antonini, che vince una borraccia eco-sostenibile messa a disposizione da Penisolaverde;
4° classificato con 12,3 kg raccolti Alex Palumbo vince anch’egli una borraccia eco-sostenibile messa a disposizione da Penisolaverde.

Un grazie a quanti hanno contribuito mettendo in palio i premi e appuntamento alla prossima Caccia alla Plastica nel mare di Sorrento, forse già a settembre.

Scarica l’app SorrentoPress per rimanere sempre aggiornato
Download on app storeDisponibile su Google Play