Capri Watch fashion & Accessories

A Massa Lubrense la collettiva “Contaminazioni Terra e Mare”

collettiva-contaminazioni-terra-mare

Tour d’Arte moderna tra Napoli e Massa Lubrense: Martedì 26 alle ore 17, nella Sala delle Sirene, inaugurazione della seconda mostra “Contaminazioni Terra e Mare”. Nel corso di quest’anno, grazie all’impegno dell’Associazione “Connessioni Culture Contemporanee” di Napoli e dell’Archeoclub di Massa Lubrense sono stati organizzati numerosi appuntamenti con l’arte moderna e contemporanea e nei prossimi mesi, in modi diversi, si continuerà a porre l’accento in questa direzione.

Evento di grande successo è stato senza dubbio la prima fase di “Contaminazioni Terra e Mare”, mostra di arte moderna e contemporanea, ospitata a Massa Lubrense dal 25 maggio all’11 giugno presso la sala seicentesca dell’Oratorio dell’Arciconfraternita, accosta al Campanile della ex Cattedrale di Santa Maria delle Grazie, caratterizzata dall’esposizione di oltre 30 opere ed alcune installazioni di 15 affermati artisti di spessore nazionale.

Il progetto è stato concepito e reso possibile grazie all’intuizione e l’impegno di Giovanni Mangiacapra, notissimo artista napoletano e cultore di arte moderna e contemporanea, attivo fin dagli anni ’70 nonché profondo ricercatore sull’arte astratta e presidente dell’associazione “Connessioni Culture Contemporanee”.

In contemporanea alla mostra, si è svolto, presso la sede lubrense dell’Archeoclub, il laboratorio d’arte “Io sono l’artista!!!”, con cui un nutrito gruppo di giovani allievi ha messo alla prova il proprio talento realizzando molteplici lavori, alcuni dei quali vere opere d’arte. Tali lavori, insieme alle opere degli artisti affermati, saranno presentati presso la Sala delle Sirene del Comune di Massa Lubrense nel corso della seconda fase di “Contaminazioni” che aprirà i battenti a partire dal prossimo 26 settembre e fino al 15 ottobre.

L’Archeoclub d’Italia di Massa Lubrense ha poi patrocinato la mostra collettiva d’arte contemporanea “Anima Mundi”, in omaggio a James Hillman, allestita, fino allo scorso 30 luglio, presso l’Orto Botanico di Napoli. Evento assolutamente straordinario dove si è celebrato uno vero e proprio sposalizio tra arte e natura.

Ma l’azione promotrice di Giovanni Mangiacapra non ha momenti di pausa ed è già in allestimento una nuova mostra collettiva dal titolo “Variazioni”, presso la Chiesa Sconsacrata San Severo al Pendino in Napoli dall’11 al 26 ottobre 2017. La mostra rientra in un progetto di collaborazione tra operatori culturali locali e nazionali quali naturalmente l’associazione Connessioni Culture Contemporanee, l’Associazione Culturale Soqquadro e l’Archeoclub lubrense.

Scarica l’app SorrentoPress per rimanere sempre aggiornato
Download on app storeDisponibile su Google Play