Violenza sessuale di gruppo, arrestato ristoratore di Sorrento

polizia-sorrento-11

SORRENTO. Violenza sessuale di gruppo e cessione di sostanze stupefacenti. Sono questi i reati ipotizzati a carico di Mario Pepe, 56enne titolare di un ristorante del centro storico di Sorrento, e di Chiara Esposito, una ragazza di 23 anni, arrestati questa mattina dalla polizia giudiziaria della Procura di Torre Annunziata e dagli agenti della sezione anticrimine del commissariato di Sorrento.

Vittima una donna alla quale sarebbero state somministrate cocaina e Ghb, la cosiddetta “droga da stupro”, per indurla ad avere inconsapevoli rapporti sessuali con l’uomo. Le indagini hanno permesso di riscontrare, mediante accertamenti di laboratorio sui capelli della vittima, l’assunzione di Ghb.

Stando alla ricostruzione degli inquirenti la violenza sessuale sarebbe stato consumata proprio presso il ristorante gestito dal 56enne, all’interno del quale, secondo gli investigatori, si sarebbero verificati diversi episodi di cessione di cocaina ad avventori ed amici del ristoratore.