Tutto pronto per “Pizza a Vico”

pizza-a-vico

Presentata nella Sala delle Colonne dell’Istituto Santissima Trinità e Paradiso, la manifestazione “Pizza a Vico”, in programma nel caratteristico itinerario cittadino tra piazza Kennedy e piazza San Ciro, passando per piazza Umberto I, da domenica 3 a martedì 5 aprile prossimi. Un nuovo evento destinato a caratterizzare gli appuntamenti di primavera in un territorio di eccellenze enogastronomiche.

”Pizza a Vico” radunerà i maestri pizzaioli locali che proporranno la pizza realizzata con le materie prime a chilometro zero, dove l’alta qualità rappresenta una prerogativa vincente. Durante la presentazione della kermesse sono intervenuti Michele Cuomo, residente Associazione Pizza a Vico, Benedetto Migliaccio, sindaco di Vico Equense, il
maestro pizzaiolo e campione europeo, Antonio Trivento ed Alfredo Folliero, presidente Unione Pizzaioli Tradizionali.

Il programma della manifestazione prevede che “Pizza a Vico” si terràdal 3 al 5 aprile nell’incantevole location del centro cittadino che per l’occasione sarà chiuso al traffico veicolare ed ospiterà i tanti pizzaioli, ma anche artisti ed espositori locali. 
Si articolerà in tre serate dedicate interamente al gusto della pizza in tutte le sue tante sfaccettature, dove i maestri pizzaioli locali scenderanno tra la gente, in piazza, e presenteranno il loro prodotto unico.

Ad impreziosire il tutto ci saranno spazi dedicati alla cultura, alle tradizioni ed a tutte le caratterizzazioni antropologiche della cittadinanza di Vico Equense. Non mancheranno momenti più “leggeri” e di svago, anzi di festa con allestimenti di spazi dedicati all’arte in tutte le diverse forme, e punti di animazione e di laboratori creativi per i più piccoli.

Saranno chiuse al traffico corso Umberto I, via Roma e corso Filangieri solo per un senso, mentre i forni saranno posizionati in piazza Marconi e piazza Mercato.
 Su corso Umberto saranno installate 4 casette in legno all’interno delle strisce blu in cui esporranno alcuni sponsor della manifestazione; mentre in via Roma aziende locali presenteranno i loro prodotti gastronomici di eccellenza.

Ci saranno anche le esibizioni di artisti di strada, spazi dedicati all’arte in tutte le diverse forme e punti di animazione e di laboratori creativi per i più piccoli.

Il ticket per partecipare alla degustazione delle pizze avrà un costo di 10 euro e permetterà di assaggiare cinque gusti ed avere due bibite. 
I forni resteranno aperti per tutti e tre i giorni dalle 18 alle 23.

All’iniziativa hanno aderito le pizzerie Cerase, Al Buco, Da Franco, Oasi Saltimbocca, Terra Mia, Titos, Cardone, Ma che Bontà, Mordi e Fuggi, Gighetto, Il Cavallino, L’Angolo, Pizza Taxi, Cuore di Pizza, Frate Cosimo, Antico Forno, Il Casale del Golfo, La Lontra e Torre Ferano.

L’Associazione “Pizza a Vico” nasce dalla volontà dei tanti maestri pizzaioli e non solo, di realizzare diverse finalità: mettere in luce i prodotti gastronomici di eccellenza del territorio, la capacità di offrire e far riscoprire le proprie risorse; dare una spinta reale al sistema dello sviluppo locale e turistico e al suo indotto e di conseguenza allo sviluppo dell’intero territorio.

La prima edizione di “Pizza a Vico” nasce, quindi, allo scopo di promuovere e valorizzare il “brand Vico Equense” nel mondo attraverso uno delle eccellenze gastronomiche di del territorio: la tradizionale pizza al metro.
 L’idea di base è di utilizzare il turismo culturale-gastronomico come attrattiva ed opportunità di sviluppo dell’intera area.

L’Associazione, attraverso questo evento, vuole incentivare forme di cooperazioni ed aggregazioni tra soggetti pubblici e privati interessati alla realizzazione di questa ed altre iniziative per promuovere attività a sfondo culturale-gastronomico che assicurino il legame con il territorio e ne valorizzino le tipicità; favorire il miglioramento della qualità e la diversificazione dell’offerta turistica; rafforzare le reti già esistenti tra le associazioni e gli imprenditori (in partenariato o coinvolti come sponsor) per valorizzare il territorio.