Capri Watch, fashion accessories

Tre barche in avaria soccorse in penisola sorrentina

gommone-capitaneria

Continuano incessanti le richieste di soccorso che giungono al numero di emergenza della Guardia Costiera. Nella mattinata di ieri, lunedì 14 agosto, al numero di emergenza 1530 della Sala Operativa della Capitaneria di Porto di Castellammare di Stabia, diretta dal Comandante Guglielmo Cassone, è arrivata una prima richiesta di soccorso da parte del proprietario di un’unità da diporto di 6 metri con a bordo 6 persone più una bambina di 3 anni, che riferiva di trovarsi in difficoltà per una avaria al motore nei pressi dello scoglio della tartaruga nel Comune di Vico Equense.
Immediatamente è stata attivata la catena di soccorso, ed inviato sul posto il battello pneumatico GC A56 che in pochi minuti ha intercettato l’unità in difficoltà prestando assistenza ai suoi occupanti e scortandoli sino al porticciolo di marina di Seiano, dove sono sbarcati tutti i passeggeri in ottimo stato di salute.

Neanche il tempo di far rientro ed ecco giungere presso la Sala Operativa una nuova richiesta di soccorso. Questa volta a richiedere assistenza era un piccolo natante con motore fuoribordo in avaria ed alla deriva. Il tempestivo intervento della stessa unità della Guardia Costiera permetteva anche in tale situazione di portare in salvo i 4 passeggeri presenti a bordo del natante senza che gli stessi riportassero alcuna ferita.

Nel primo pomeriggio, inoltre, i militari sono stati chiamati ad effettuare un intervento ancor più impegnativo in favore di una grossa tartaruga marina, la quale presentava gravi difficoltà natatorie. Il cetaceo veniva individuato dalla motovedetta CP 267 della Guardia Costiera di Napoli impegnata in attività di pattugliamento e recuperata dai militari della Capitaneria di Castellammare di Stabia con grande difficoltà a causa delle notevoli dimensioni dell’esemplare. Il grosso mammifero è stato dapprima trasportato sul mezzo GC A56 e successivamente sbarcato nel porto di Castellammare dove è stato prontamente e continuamente idratato in attesa dell’arrivo dei veterinari. I sanitari del servizio di zoologia del Centro Anton Dorhn di Napoli, il cui intervento veniva immediatamente richiesto dalla Sala Operativa della Capitaneria di Castellammare provvedevano a recuperare il cetaceo ancora in buono stato, grazie all’incessante opera di idratazione perpetrata dai militari e provvedevano al trasporto presso la locale clinica al fine di effettuare ulteriori accertamenti.

In serata una nuova richiesta di soccorso perveniva tramite il numero di emergenza 1530 da parte di un natante alla deriva anch’esso per un’avaria al motore nello specchio acqueo tra Capo di Sorrento e Marina Grande nel Comune di Sorrento. Il sopraggiungere della sera rendeva le operazioni di ricerca ancora più complesse, tanto da indurre il personale della Sala Operativa di Castellammare a richiedere l’intervento della motovedetta CP 858 di Circomare Capri. Nonostante le iniziali difficoltà anche questo intervento si chiudeva con il salvataggio dei 4 occupanti del natante.

Alla luce di quanto occorso il comandante Cassone ritiene doveroso ricordare che le emergenze in mare possono essere segnalate alla Sala Operativa della Capitaneria di Porto di Castellammare di Stabia, attiva 24 ore su 24 attraverso il numero blu 1530.