Capri Watch, fashion accessories

Torna a Massa Lubrense la mamma del bimbo ucciso di botte

valentina-casa

MASSA LUBRENSE. Valentina Casa ha lasciato Cardito ed ha fatto ritorno a Massa Lubrense, la cittadina della costiera sorrentina dove è cresciuta. La giovane ha trovato ospitalità nella casa dove abitano la madre e la zia. Gli affetti più cari che possono aiutarla a superare lo choc per la morte di Giuseppe, il figlio di soli otto anni, che il compagno al quale era legata da qualche tempo, Tony Essoubti Badre, avrebbe ucciso a bastonate domenica scorsa.

La trentenne è sotto choc per l’accaduto ed al tempo stesso in apprensione per la salute della sorellina di Giuseppe, Noemi, ricoverata al Santobono per le ferite riportate domenica quando anche lei sarebbe stata pesantemente percossa dal 24enne come ha raccontato. La più piccola dei tre figli di Valentina, di appena 4 anni è stata, invece, portata in una casa famiglia dove è assistita da psicologi, su disposizione della Procura e del Tribunale per i minori. Giudici che hanno convocato anche il padre naturale dei tre bimbi, Fabrizio Dorice.

Ieri il sindaco di Massa Lubrense, Lorenzo Balducelli, il vice comandante della polizia municipale Carlo Fabiano, l’assistente sociale Antonella Apuzzo e il vicario generale della diocesi di Sorrento-Castellammare di Stabia don Mario Cafiero si sono recati all’ospedale Santobono per sincerarsi delle condizioni di Noemi ricevendo rassicurazioni dai sanitari.

Intanto una coppia di Massa Lubrense si è detta pronta a chiedere l’affido delle due figlie superstiti di Valentina Casa, cioè della bambina attualmente ricoverata al Santobono e della sorellina di soli quattro anni.