Capri Watch - Fashion Accessories

Surrentum celebra i primi 40 anni con una mostra a Villa Fiorentino

surrentum-villa-fiorentino

Aperta a Villa Fiorentino la mostra dedicata ai quarant’anni di Surrentum. Il primo numero della rivista fu pubblicato nel 1981 come supplemento del Corriere Sorrentino, questa testata fu registrata l’anno successivo. Da allora Surrentum è diventato il fedele compagno dei sorrentini, degli operatori turistici e commerciali, di tanti turisti italiani e stranieri.

La sua chicca è la mappa della città utilizzata ogni giorno da migliaia di visitatori per orientarsi nella ricerca di alberghi, ristoranti, esercizi commerciali, bellezze locali. La preziosa mappa (sul retro luoghi e notizie storiche di Sorrento) è presente in tutti i numeri e rinnova il ricordo dell’architetto Riccardo Iaccarino che la realizzò per donarla al periodico.

Tiratura limitata a qualche centinaio di copie, il primo numero fu stampato nel 1981 in bianco e nero. Era la sfida di un piccolo gruppo di pionieri dell’informazione turistica desiderosi di dare voce alla città portando all’attenzione dei lettori le radici della “sorrentinità”, le peculiari caratteristiche del territorio, manifestazioni, eventi e iniziative di una località famosa nel mondo.

Oggi tutti i numeri di Surrentum vengono stampati a colori e ogni tiratura è di circa 12mila copie che, in molti casi, vengono lette in Italia e all’estero. Il periodico, tra l’altro, contribuisce a rappresentare l’immagine di Sorrento in occasione delle principali borse turistiche internazionali. Gli ultimi due numeri proposti online sul sito www.surrentum.com

A Villa Fiorentino la mostra realizzata in collaborazione con la Fondazione Sorrento con riproduzione delle prime pagine di tutti i numeri diffusi da Surrentum dal 1981. Una sorta di festa per i quarant’anni, un record per le pubblicazioni locali della costiera sorrentina. Otto-dieci numeri ogni anno. Collaborazioni volontarie e gratuite. Il segreto della continuità è tutto nella passione testimoniata da chi iniziò questa avventura e, in taluni casi, tuttora la condivide.

C’è il desiderio di ricordare due compianti pionieri di Surrentum. Nino Paturzo, docente e maestro d’arte. Antonino Fiorentino, “Il Professore”, la guida per tanti studenti della costiera giunti alla laurea in discipline umanistiche. Nel commosso ricordo di questi due amici fraterni, i quarant’anni di Surrentum non sono un traguardo, ma una tappa importante per consolidare lo stimolo a rinnovare l’impegno in questa avventura. Infine, un “grazie” doveroso a lettori, sponsor e inserzionisti che hanno contribuito al successo dei primi quarant’anni del magazine.