SorrentoMeeting 2013. Giovani ricercatori e studenti protagonisti dell’evento. Mastellone (Obi): “Borse di studio per avvicinare la scuola all’economia”

gaetanomastellone

SORRENTO. Anche quest’anno il SorrentoMeeting 2013, l’evento economico internazionale organizzato dall’Obi, l’Osservatorio Banche Imprese di Economia e Finanza, in collaborazione con vari partner scientifici, in programma presso l’Hilton Sorrento Palace l’8 e il 9 novembre prossimi, si rivolge ai giovani.

 

La manifestazione, come per le precedenti edizioni, darà ampio risalto al lavoro di 20 giovani ricercatori, che sono stati selezionati dal comitato scientifico del meeting attraverso una call for papers. I loro contributi saranno oggetto di confronto nel corso dell’evento e pubblicati nel volume relativo agli Atti del SorrentoMeeting 2013.

“A partire da quest’anno è stato previsto anche il coinvolgimento dei dirigenti, degli insegnanti e degli studenti delle scuole superiori di Sorrento e di universitari residenti nella penisola sorrentina – spiega il vice presidente dell’Obi, Gaetano Mastellone -. L’obiettivo è quello di perseguire importanti finalità educative, avvicinando i giovanissimi a tematiche come quelle economiche, estremamente attuali e oggetto, di anno in anno, del nostro meeting”.

E proprio per incentivare la partecipazione attiva degli studenti, l’Obi indirà inoltre un bando per l’assegnazione di 2 borse di studio, dell’importo di 2.500 euro cadauna, a favore di allievi delle scuole superiori e universitari della penisola sorrentina, che presenteranno una tesi sulle questioni dello sviluppo del territorio in una prospettiva euromediterranea.

Una iniziativa di grande valenza culturale che vuole consolidare il rapporto tra il SorrentoMeeting e il territorio, attuando il fondamentale coinvolgimento dei giovani studenti, alla cui passione è affidato il futuro.

“Inoltre, in occasione dell’assegnazione delle borse di studio – aggiunge Mastellone – prevediamo di realizzare a Sorrento, nel mese di giugno 2014, un evento di premiazione dei vincitori, in cui verranno presentati i loro lavori, alla presenza di importanti personalità accademiche ed istituzionali. In questo modo l’Obi, utilizzando il know–how acquisito in vent’anni di attività, intende contribuire a creare un osservatorio-laboratorio permanente sulla realtà socio-economica sorrentina, nell’ottica di valorizzarne le specificità culturali, artistiche ed ambientali”.

RIPRODUZIONE RISERVATA