A Sorrento apre la galleria d’arte “Wonderwall”

SONY DSC

SORRENTO. La “Wonderwall art gallery” inizia il suo viaggio con una mostra collettiva, che propone un itinerario multiforme attraverso due secoli di arte italiana. L’inaugurazione della galleria, ospitata in un locale al civico 26 del corso Italia, a Sorrento, è in programma per sabato sera alle ore 19. L’esposizione, poi, potrà essere visitata per i mesi di agosto e settembre tutti i giorni ad esclusione del martedì dalle 10:30 alle 13 e dalle 17:30 alle 22.

La mostra, curata da Manuela Esposito con la collaborazione di Federica Barile e Caterina Ianni, traccia un percorso cronologico a partire dalla seconda metà dell’Ottocento fino ad oggi.

Il percorso affianca autori appartenenti alla scena artistica locale a quelli del panorama nazionale, coniugando i nomi illustri del territorio partenopeo con i più raffinati esiti della ricerca italiana.

L’esposizione ospita opere di pittura e scultura di artisti che, grazie all’universalità del proprio personale “tratto”, hanno saputo interpretare la cultura del proprio tempo, risultando attuali anche ai nostri giorni.

Questo racconto nell’arte evidenzia ricerche stilistiche esplorate mediante diversi linguaggi espressivi, che percorrono un iter in grado di snodarsi nei secoli d’oro dell’Ottocento, attraversando le innovazioni del Novecento, sino a giungere alle diverse fasi di esplorazione artistica sviluppatesi alla soglia del nuovo millennio.

Lo spettatore si trova dinnanzi ad opere suggestive che mirano a mostrare il susseguirsi delle tracce di celebri artisti, dalla splendida stagione luministica della Scuola di Posillipo al realismo della Scuola di Resina con le sue eterogenee personalità; passando dalla svolta Futurista, che ha segnato il rinnovamento artistico-sociale dell’Italia di inizio secolo, al movimento “spettacolarizzato” della Pop Art. Un viaggio che si concluderà con il ritorno, nella materia e nella forma, all’essenza dell’arte, a cui sono approdate tendenze artistiche dei maestri contemporanei attivi sul territorio.

Un percorso espositivo che testimonia quanto l’arte abbia saputo sfruttare i più dissimili linguaggi ed espressioni, mantenendo inalterata la propria identità, attraverso i molteplici stili indagati. Ciò che accomuna le opere in mostra è l’essere espressione della sensibilità dei singoli artisti, che comunicano la propria cifra stilistica attraverso il proprio segno.

Artisti in mostra: Franco Angeli, Giovanni Brancaccio, Antonio Bresciani, Rubens Capaldo, Giuseppe Casciaro, Alberto Chiancone, Vincenzo Ciardo, Luigi Crisconio, Riccardo Dalisi, Filippo De Pisis, Vittorio Di Leva, Tano Festa, Giacinto Gigante, Paolo La Motta, Raffaele Lippi, Giuseppe Migneco, Emilio Notte, Nicola Palizzi, Attilio Pratella, Raffaele Ragione, Vincenzo Stinga, Carlo Striccoli, Giovanni Tizzano, Carlo Verdecchia, Gennaro Villani, Eugenio Viti, Mario Vittorio, Elio Waschimps.

Il Comitato scientifico è composto da:
Manuela Esposito, direttore e curatore Wonderwall Art Gallery
Federica Barile, storico dell’arte
Caterina Ianni, critico d’arte
Saverio Ammendola, perito d’arte
Bianca Gerundo, conservazione e restauro delle opere moderne e contemporanee
Marco Monteriso, fotografo professionista e socio Afip.