Rimosse le giostre di piazza Marconi

parco-giochi-san-ciro

VICO EQUENSE. Rimosse le giostre del parco giochi di piazza Marconi. La decisione dell’amministrazione provoca le proteste dei genitori. L’area ludica per i più piccoli, nel corso delle ultime settimane, è balzata agli onori delle cronache per il ferimento di un bambino di 7 anni e per le condizioni di abbandono e degrado in cui versavano i giochi. Il parco, per evitare incidenti – nell’attesa dello sblocco dei fondi necessari per i lavori di riqualificazione – venne anche recintato dagli agenti del corpo di polizia municipale di Vico Equense, ma qualche vandalo ha distrutto le protezioni.

Tutto ciò al di là delle pessime condizioni igienico-sanitarie della zona, tra deiezioni canine, rifiuti, oggetti pericolosi lasciati per strada. Una serie di elementi che ha spinto il sindaco Gennaro Cinque a sgomberare l’area. Immediate le prese di posizione dei cittadini che hanno affidato ai social network il proprio dissenso. Il timore è che i bambini di Vico Equense si possano ritrovare definitivamente privati di un parco giochi dove poter trascorrere le proprie giornate.

Il sindaco Cinque, però, getta acqua sul fuoco delle polemiche: “E’ tutto falso. I più piccoli, a breve, potranno nuovamente avere accesso a un’area che sarà funzionale e a portata di bimbo. E soprattutto, sarà sicura. Ho reputato necessario rimuovere tutto per cambiare il corso delle cose. A breve la zona sarà recintata e con le risorse economiche di cui l’ente dispone ci sarà un nuovo parco giochi. I genitori e i bambini stiano tranquilli. Si sono dette troppe cose infondate sul mio conto e volevo precisare che Vico Equense resta una città a misura di bambini”.