Ricorso al Tar contro l’esito delle elezioni comunali

elezioni-comunali-generico-12

VICO EQUENSE. Ricorso al Tar da parte dell’ex consigliere comunale Mariateresa Eusebio, contro il risultato del voto che ha sancito la vittoria al ballottaggio di Andrea Buonocore. Ad un mese dalla tornata elettorale che ha visto l’affermazione per una manciata di voti del candidato della lista VICOinvolgiaAMO, la Eusebio ha depositato ieri mattina tutta la documentazione.

L’obiettivo è di far annullare la consultazione che ha visto Buonocore aggiudicarsi la fascia tricolore con una differenza di appena 32 voti su Maurizio Cinque. L’ex consigliere comunale ha invitato i giudici amministrativi a predisporre l’acquisizione della documentazione medica di chi ha preferito il voto domiciliare, con i casi che sono più che raddoppiati tra primo e secondo turno, passando da 35 a 81.

In alternativa, Mariateresa Eusebio vuole ottenere dal Tar il via libera al riconteggio complessivo delle schede oltre a nuove verifiche sui verbali delle singole sezioni. Il voto a domicilio è un servizio riservato agli elettori, con grave disabilità, che dipendono in modo continuativo e vitale da apparecchiature elettromedicali e che, per questo, non possono allontanarsi dall’abitazione in cui dimorano ed agli elettori considerati non trasportabili, affetti cioè da disabilità gravissime che rendono impossibile, anche utilizzando servizi di trasporto attrezzati, l’allontanamento dalla propria abitazione.

Mariateresa Eusebio candidata con la lista Vico 2020, a sostegno di Maurizio Cinque, nonostante i 492 voti raccolti, non è riuscita ad entrare in Consiglio comunale. Il seggio attribuito alla lista civica è andato a Raffaele De Simone che ha ottenuto 499 voti.