Regione e Comune: “Lavoriamo al progetto per rifare via Fontanelle”

frana-via-fontanelle6

SORRENTO. Riprendono i lavori per la messa in sicurezza della zona di via Fontanelle interessata dalla frana del 4 marzo 2014. Smottamento che provocò il crollo di un tratto di strada di circa 60 metri ed anche di due abitazioni, per fortuna senza provocare vittime o feriti. Da allora, però, una ventina di famiglie che abitano in località Li Simoni sono quasi completamente isolate, avendo a disposizione solo una piccola stradina ricavata all’interno di un terreno agricolo per poter lasciare le loro case. Una situazione difficile da affrontare, soprattutto per gli anziani, con alcune persone che sono arrivate a trasferirsi pur di evitare i pesanti disagi.

frana-via-fontanelle7

Ora finalmente qualcosa sembra muoversi. Ieri mattina, infatti, si è tenuto un incontro presso il settore Lavori pubblici e Ambiente della Regione Campania. Sul tavolo proprio i problemi legati allo smottamento di via Fontanelle. Alla discussione hanno preso parte il sindaco di Sorrento, Giuseppe Cuomo, il consigliere regionale del Gruppo De Luca Presidente in Rete, Alfonso Longobardi ed il direttore generale del dipartimento, Italo Giulivo. Nel corso del summit è stato definito un crono-programma per completare la messa in sicurezza della zona e progettare il rifacimento strutturale della strada che è tuttora interrotta.

“Entro dieci giorni il Comune di Sorrento farà riprendere i lavori di bonifica del costone interessato dalla frana che andranno a completarsi nell’arco dei prossimi due mesi – spiega il consigliere regionale Alfonso Longobardi -. In questa fase i tecnici effettueranno anche i rilievi ed i sondaggi per capire su che basi definire il progetto di rifacimento della strada”. Per la prima fase degli interventi l’amministrazione comunale ha già messo a disposizione 200mila euro, ma ora si attende il determinante contributo di Palazzo Santa Lucia per ultimare i lavori e, in particolare, per il rifacimento della strada. “La Regione Campania – precisa Longobardi -, per il tramite del Genio Civile, continuerà a garantire tutto il supporto tecnico e progettuale per il completamento delle opere funzionali al ripristino dell’arteria viaria, oltre che della strutturale messa in sicurezza di una zona molto complessa dal punto di vista idrogeologico. Nelle prossime settimane – è l’impegno del consigliere regionale – continuerò a monitorare la situazione nell’esclusivo interesse dei cittadini”.

Mentre il sindaco Cuomo fa sapere di essere pienamente in sintonia con quanto annunciato dal consigliere Longobardi, la notizia dell’imminente ripresa dei lavori e dell’interesse delle istituzioni per il rifacimento di via Fontanelle viene accolta positivamente, ma non senza un pizzico di scetticismo, dagli abitanti della frazione di Sorrento. “Era ora che si muovesse qualcosa – commenta Michele Gargiulo, uno dei residenti –. Da un anno e mezzo, a parte questi primi interventi di bonifica, non abbiamo ottenuto altro che una serie di promesse. Attendiamo che gli operai tornino al lavoro e, soprattutto, che si dia seguito all’impegno di rifare la strada”.

In effetti coloro che abitano le case del borgo collinare che sorge al confine tra Sorrento e Massa Lubrense sono costretti ogni giorno a fronteggiare pesanti difficoltà. “Quanti hanno figli piccoli – aggiunge Michele Gargiulo – con la ripresa delle lezioni si trovano costretti a veri e propri tour de force per accompagnarli a scuola attraverso la stradina costruita per fronteggiare l’emergenza che raggiunge via Nastro Verde. Un percorso alternativo che ora inizia anche a mostrare preoccupanti segni di cedimento. Non c’è più tempo da perdere perché non si può andare ancora avanti così”.