Questa mattina la cerimonia per il piazzale Giancarlo Siani a Vico Equense

presidente-fico-piazzale-siani-vico-equense

VICO EQUENSE. Questa mattina si è svolta la cerimonia per l’intitolazione del nuovo piazzale antistante il Municipio di Vico Equense alla memoria del giornalista napoletano Giancarlo Siani, ucciso dalla camorra il 23 settembre 1985. Presente il presidente della Camera dei Deputati, Roberto Fico, accompagnato dall’onorevole Paolo Siani, fratello di Giancarlo, insieme alle massime autorità civili e militari, con il sindaco Andrea Buonocore chiamato a fare gli onori di casa, mentre in piazza c’era la Mehari, la storica vettura del cronista del Mattino.

Presente la dirigente del commissariato della Polizia di Stato di Sorrento, Donatella Grassi e, in rappresentanza deI Corpo delle Capitanerie di porto, il capo del Compartimento marittimo e comandante del porto di Castellammare di Stabia, capitano di fregata Ivan Savarese.

Un evento che ha visto la partecipazione anche di tanti cittadini, soprattutto giovani, per i quali il cronista ammazzato dalla camorra rappresenta, tutt’oggi, un forte simbolo di verità e giustizia, quale testimonianza di impegno e lotta contro la criminalità, unici strumenti per costruire una società migliore.

La manifestazione di questa mattina ha rappresentato il momento clou delle celebrazioni che sino sono svolte a Vico Equense negli ultimi due giorni con confronti e dibattiti sui temi del giornalismo e criminalità organizzata, legalità, lotta alle mafie. Valori tanto cari a Giancarlo Siani, il quale aveva un forte legame affettivo con la città di Vico Equense, dove trascorreva il suo poco tempo libero.