Presentato da Camera & Cucina il nuovo libro di Titti Marrone

Titti1

SORRENTO. Presentato ieri sera al Camera & Cucina il nuovo libro di Titti Marrone, “Il tessitore di vite” edito da Mondadori. All’evento è intervenuto il sindaco di Sorrento, Giuseppe Cuomo ed i giornalisti Antonino Pane e Antonino Siniscalchi.

 

Il romanzo della giornalista napoletana, già redattore capo de Il Mattino, ripropone un po’ lo specchio di quelli che hanno superato i 50 anni e fanno i conti con disillusioni e disincanti vari, in politica, nel lavoro, nella costruzione degli affetti. Nel libro, ispirato ad una incredibile storia vera, capitata fra le mani dell’autrice durante un normale giorno di lavoro in redazione, si intersecano le vite di cinque persone diversissime fra loro, assieme per un inatteso, quanto realmente accaduto, colpo di scena.

La borghesia napoletana, il rapporto madre-figlia, le donne, il rapporto tra cronaca e realtà e l’idea del libro nata da un fatto di cronaca, la vicenda dei rifiuti come metafora del disagio e delle incapacità di tutti, la città “tessitrice” di storie, cioè Napoli sono solo alcune delle tematiche che la giornalista tratta all’interno del suo libro.?

“Il tessitore di vite”, pubblicato dalla casa editrice Mondadori, si caratterizza per la bravura di Titti Marrone, come scrittrice che va oltre la sua professione di giornalista. Il romanzo, infatti, si ispira a una straordinaria vicenda di vita vissuta, in cui l’autrice s’è imbattuta nella veste di cronista, ma racconta con amore per il dettaglio, aderenza alla verità e una strisciante dose di ironia le esistenze dei sei protagonisti – Massimo, Lia, Caterina, Miranda, Riccardo e Pietro – con un settimo personaggio dal quale la storia del suo romanzo non può prescindere: Napoli, con tutte le sue bellezze, amata anche da chi la odia.

RIPRODUZIONE RISERVATA