Presentati gli interventi per il nuovo elettrodotto della penisola sorrentina

elettricità-sorrento-press

SORRENTO. Si è tenuta ieri presso la sede del ministero dello Sviluppo economico la conferenza di servizi relativa agli interventi che riguardano la realizzazione della stazione elettrica di Sorrento e della tratta in cavo terrestre e marino tra Sorrento e Capri.

Nel corso della riunione, alla quale ha preso parte l’assessore all’Edilizia privata del Comune di Sorrento, Federico Gargiulo, sono stati presentati in dettaglio i progetti dell’elettrodotto, e forniti chiarimenti sulle opere.

“Gli interventi riguarderanno i Comuni di Sorrento, Capri e Castellammare di Stabia – spiegano dal dicastero di via Vittorio Veneto – e consentiranno un’autonomia funzionale e l’inserimento di una significativa smagliatura di rete in grado di portare benefici in termini di affidabilità nella penisola sorrentina, nonché la realizzazione del secondo collegamento all’isola di Capri”.

Il primo step delle opere, quello attualmente in corso di esecuzione, riguarda la posa nel sottosuolo di Sorrento dei cavi provenienti da Castellammare. Interventi che si concluderanno entro la fine dell’anno. In primavera, poi, si provvederà all’allaccio della nuova rete ed allo smantellamento di una prima parte dei tralicci non funzionanti che sorgono lungo la fascia collinare tra Sant’Agnello e Sorrento.

Nel frattempo si procederà anche alla posa della condotta sottomarina tra Torre Annunziata e Capri. Quando il cavo raggiungerà Sorrento sarà realizzata una diramazione che garantirà una seconda linea di approvvigionamento energetico per la penisola sorentina. Entrambi gli elettrodotti, quello terrestre e quello sottomarino, infine, saranno collegati alla nuova centrale che si prevede di realizzare nei pressi del cimitero cittadino, con la conseguente rimozione della restante rete elettrica aerea.