A Piano torna il “Maggio dei Monumenti” con lo scopo di restaurare la tela “Madonna con Bambino e San Francesco”

Tela-Lavinia-FontanaTrinità

PIANO DI SORRENTO. Dopo il successo dell’edizione 2013, il Comune e l’associazione turistica “Pro Loco Città Piano di Sorrento”, ripropongono il “Maggio dei Monumenti” sul territorio carottese.

L’iniziativa gode quest’anno, oltre che della partecipazione fattiva dell’assessorato alla pubblica Istruzione e del settore cultura del Comune di Piano di Sorrento, anche della collaborazione della Basilica della SS. Trinità, dell’Arciconfraternità della SS. Trinità dei Pellegrini e dei Convalescenti e dell’Associazione culturale Oebalus.

“Obiettivo della seconda edizione – annuncia il presidente della Pro Loco, Marco D’Esposito –  sarà il restauro della tela “Madonna con Bambino e San Francesco”. Tutto è nato lo scorso anno, durante la tappa trinitense del “Maggio dei Monumenti” occasione in cui abbiamo avuto modo di vedere l’opera e di constatarne sia la sua bellezza che la necessità di un intervento di restauro”.

Si tratta di un’opera autografa (200cm x 137cm) conservata nella sagrestia della chiesa della SS. Trinità e riconducibile all’ultima fase produttiva della pittrice manierista Lavinia Fontana (Bologna, 24 agosto 1552 – Roma, 11 agosto 1614), particolarmente apprezzata dal panorama nazionale dell’epoca e tutt’oggi di riconosciuto talento artistico e ritrattistico. L’analisi dell’attuale stato dell’opera, affidato alle restauratrici Alessandra Cacace e Andreina Castellano, con la supervisione della Soprintendenza per i Beni Architettonici, il Paesaggio ed i Beni Storici, Artistici di Napoli e Provincia per il tramite della Dott.ssa Angela Schiattarella, ha evidenziato alcune criticità dovute al logorio del tempo, nonostante il buon equilibrio microclimatico della sagrestia in cui il dipinto è stato custodito: supporto deformato e rilassato, crettature e deadesione del supporto tessile, lacune e lacerazioni della tela, imbrunimento e ossidazione della finitura.

Il via alle operazioni di restauro verrà dato sabato 10 maggio alle ore 17.00 presso la basilica della SS. Trinità con la presentazione dell’opera e la descrizione dell’intervento.