Parte la gara per la realizzazione dell’impianto di videosorveglianza urbana

Videosorveglianza

Nel giro di qualche mese il Comune si doterà di un nuovo impianto di videosorveglianza urbana.

Il funzionario direttivo della terza unità operativa dell’ente, Aniello Gargiulo, infatti, ha indetto la gara per l’installazione delle telecamere. La spesa prevista è di 177mila euro, somma reperita grazie al finanziamento erogato dal Dipartimento di pubblica sicurezza del ministero degli Interni. La ditta che si aggiudicherà l’appalto dovrà fornire e posizionare gli apparecchi, realizzare ed installare la sala apparati ed il centro di controllo da allestire presso il comando della polizia municipale. «L’installazione di un sistema di videosorveglianza di ultima generazione – si legge nel testo del provvedimento – rappresenta un valido strumento per contrastare l’aumento di reati che si è registrato negli ultimi anni nel territorio comunale e rendere lo stesso meno aggredibile da fattispecie criminose che rappresentano un grave ostacolo allo sviluppo economico, alla civile convivenza, alla qualità e produttività del lavoro e all’attrattività del territorio stesso».

Le videocamere, in base al progetto, dovranno essere sistemate in tre punti a forte densità commerciale. Le aree dove localizzare gli impianti sono: il lungomare (molto frequentato dai turisti, anche in virtù dell’alta concentrazione di strutture alberghiere); il centro cittadino (dove si registra la maggiore densità di attività commerciali); la zona periferica panoramica (parte del territorio comunale con la più elevata presenza di ristoranti ed a forte vocazione turistica). In totale saranno 16 le telecamere che verranno posizionate nel territorio comunale. Nel dettaglio due occhi elettronici verranno sistemati in via Crawford, nel rione Cappuccini ed ai Colli di Fontanelle. Le altre telecamere saranno installate in via Cocumella, sul corso Italia all’incrocio con via San Giuseppe, lungo via Iommella Grande all’incrocio con via Zancani, all’incrocio tra via Ciampa e via San Sergio, in via Tordara, lungo il viale dei Pini all’incrocio con via Zancani, nei piazzali Libertà ed Angri, in via dei Gerani all’incrocio con via Gargiulo ed all’incrocio di quest’ultima con piazza Giovanni XXIII.

Le immagini captate dagli impianti sistemati nel territorio cittadino verranno, poi, trasmessi in tempo reale alla sala operativa allestita presso il comando dei caschi bianchi attraverso una rete wireless ad alta velocità. Inoltre ogni telecamera deve essere dotata di un sistema di registrazione indipendente e dovrà garantire una visione di qualità sia diurna che notturna. Presso la sala controllo, inoltre, saranno sistemati i monitor per visualizzare le immagini in tempo reale ed un server per la registrazione delle riprese.