Ordinanza errata, a Meta divieto di balneazione al Purgatorio

spiaggia-purgatorio-meta

META. La colpa sarebbe dell’ufficio Ambiente del Comune. Almeno stando a quanto scrive il sindaco Giuseppe Tito nella nuova ordinanza firmata oggi che impone il divieto di balneazione nella spiaggia del Purgatorio e non più nella zona di Scutolo come riportato nel provvedimento emanato ieri dallo stesso primo cittadino di Meta.

Noi di Sorrentopress, in effetti, avevamo evidenziato che lo stop ai tuffi era stato disposto per un tratto di costa per il quale l’Arpac riteneva la balneazione “sconsigliata”, mentre, invece, non interessava una zona che la stessa Agenzia regionale per la protezione ambientale considerava da interdire ai bagnanti.

Comunque oggi l’errore è stato corretto con il divieto che viene così imposto per il tratto di costa identificato con il codice IT015063046003 che va “da Marina Meta a Purgatorio” ed è quello che si vede nella foto in alto scattata proprio dai tecnici dell’Arpac.