Opere pubbliche e lavoro al Consiglio comunale di Piano di Sorrento

Municipio-PianodiSorrento1

PIANO DI SORRENTO. Si è svolto ieri l’ultimo Consiglio comunale del 2015 con ben 26 punti all’ordine del giorno. Dopo le interrogazioni, il sindaco Giovanni Ruggiero ha presentato ufficialmente il neo assessore Rossella Solimeno, delegata ai Trasporti pubblici locali, alle Politiche del lavoro ed al Contenzioso.

In prima battuta è stata approvata l’adesione alla fase comprensoriale dell’Osservatorio per il monitoraggio del lavoro precario ed il contrasto e l’emersione del lavoro non regolare, con il relativo regolamento per la disciplina dell’organo, e con apposita votazione sono stati individuati il consigliere Antonio D’Aniello come rappresentante titolare del Comune di Piano di Sorrento e, in qualità di supplente, il consigliere Rachele Castellano. L’Osservatorio comprensoriale si configura come il naturale prosieguo dell’organo costituito dal Comune di Piano di Sorrento con Delibera consiliare del 2013 e sarà da oggi esteso a tutti i Comuni della penisola sorrentina, da Massa Lubrense a Vico Equense, oltre che alle organizzazioni sindacali, la Federalberghi, l’Ascom, l’Associazione artigiani intarsio sorrentino, il Piano Sociale di Zona, il Forum dei Giovani ed esperti di diritto del lavoro.

Il Consiglio comunale ha poi espresso parere favorevole per l’accettazione della donazione modale ed acquisizione gratuita della nuda proprietà di un’area di terreno pari a 510 metri quadrati situata in località Trinità approvando la bozza di contratto correlata e accettando il vincolo di provvedere al trasferimento in diritto di superficie in favore delle cooperative edilizie Acli Piano e Il Centauro.

È stato inoltre approvato il Regolamento per l’esecuzione di opere comportanti la manomissione del suolo pubblico destinato a strade, piazze, aree verdi o altre aree comunali di uso pubblico con il preciso obiettivo di razionalizzare l’uso del sottosuolo e favorire il coordinamento degli interventi per ridurre al minimo le operazioni di scavo delle sedi stradali; per facilitare l’accesso, il controllo e la manutenzione delle reti dei sottoservizi esistenti o di futura realizzazione e l’allaccio di nuove utenze; garantire, mediante un’attività di prevenzione, il miglioramento della qualità urbana nel suo complesso e la salvaguardia del patrimonio stradale comunale nonché la tutela della sicurezza e dell’incolumità degli utenti. Il Regolamento è funzionale anche a disciplinare le procedure relative al rilascio di autorizzazioni e la necessaria documentazione da produrre; a consentire l’esecuzione di interventi sul patrimonio stradale comunale solo a soggetti e ditte qualificate incaricate dai gestori di pubblici servizi o da singoli privati; e a definire, infine, le procedure utili ad identificare ed eventualmente sanzionare i soggetti responsabili di lavori mal eseguiti.

Successivamente si è proceduto a revocare la Delibera di Consiglio n.9 del 06/03/2015 con cui il Comune di Piano di Sorrento aderiva all’Asmel, Associazione per la sussidiarietà e la modernizzazione degli Enti locali, tenendo conto del percorso avviato insieme ai Comuni di Sant’Agnello, Sorrento e Massa Lubrense per la costituzione di una Centrale unica di committenza finalizzata all’espletamento in forma associata delle procedure di acquisizione di lavori, servizi e forniture aventi valore superiore a 40mila euro, oltre che ad una maggiore celerità delle procedure amministrative e ad una più facile osmosi di notizie, atti e contatti. A tal proposito sono stati approvati anche il Regolamento comunale per la disciplina della Centrale unica di committenza Penisola Sorrentina e la disciplina dei rapporti nascenti tra il relativo ufficio associato e i competenti servizi dei singoli Comuni.

Dopo la presa d’atto del Piano di Zona triennale in applicazione del II Piano Sociale regionale 2013-2015, è stata ratificata la delibera di Giunta con la quale erano state adottate variazioni al bilancio annuale di previsione 2015 e pluriennale 2015/2017.

A seguire è stata approvata la deroga alle norme tecniche di attuazione del Prg per la realizzazione della copertura del campo sportivo polivalente di pertinenza della Scuola “Amalfi” in via Francesco Ciampa. L’intervento consiste nella variazione dell’altezza massima dell’intervento da 7,50 a 9 metri, altezza conforme alle disposizioni del Put e ammissibile in deroga alle previsione del Prg.

Approvati, inoltre, la variante al Piano regolatore del cimitero di San Michele Arcangelo, resa necessaria per il ritrovamento, in fase di scavo, di reperti di rilevante interesse archeologico e il Regolamento comunale per la tutela del patrimonio arboreo mirato a tutelare e valorizzare il verde come elemento qualificante e di difesa della vita urbana dei cittadini, riconoscendone le importanti funzioni per la vita umana e per il paesaggio; affermare il principio della difesa e del rispetto della vita delle piante; e curare la tutela degli alberi monumentali e di importanza storica e paesaggistica.

Infine, sono stati approvati tutti i riconoscimenti dei debiti fuori bilancio.