Oggi il tradizionale pellegrinaggio a piedi a Pompei

pellegrinaggio-pompei

POMPEI. A piedi fino a raggiungere il santuario dedicato alla Madonna del Rosario. Per l’intera giornata, circa centomila pellegrini percorreranno a piedi centinaia di chilometri per raggiungere, attraverso la strada della fede, la Basilica di Pompei per chiedere “perdono” per i peccati commessi e “pietà” per le vittime innocenti della camorra.

Come ogni anno la sofferenza e il sacrificio si leggerà sui volti dei fedeli: bambini, giovani, anziani, malati e disabili, giunti in preghiera a Pompei per dimostrare la loro devozione alla Beata Vergine del Rosario di Pompei a chiusura del mese mariano. L’età dei pellegrini varia tra 0 e 95 anni.

Oggi, dunque, si rinnovano i tradizionali pellegrinaggi a piedi dei fedeli delle diocesi di Napoli e Sorrento-Castellammare di Stabia. “Accompagnati da Maria, prendiamo il largo con coraggio e speranza”. È questo il messaggio che accompagnerà la preghiera e la riflessione dei pellegrini in cammino verso la meta della fede. Il tradizionale pellegrinaggio a piedi che conclude il mese mariano. Affidare il proprio cammino quotidiano a Maria è il desiderio dei fedeli della diocesi di Sorrento-Castellammare di Stabia che, la notte scorsa dalla parrocchia di Santa Lucia, hanno dato vita alla marcia verso Pompei, dove sono giunti alle prime luci dell’alba. Anche la chiesa costiera, dunque, ha percorso il cammino alla volta del santuario della pace per incontrare la mamma che consola e dà gioia.

I pellegrini in cammino attraverso Sant’Agnello, Piano di Sorrento, Meta e Vico Equense, si sono uniti ai fedeli partiti da Pimonte, Lettere, Casola e Gragnano a Piazza Giovanni XXIII di Castellammare di Stabia, da dove hanno proseguito il percorso di fede preceduti dall’icona della Vergine di Pompei. Giunti nella città mariana, hanno partecipato alla santa messa celebrata, alle 6 e 30, dal loro arcivescovo, monsignor Francesco Alfano, nel piazzale Giovanni XXIII del Santuario.

di Giuseppe Morvillo