La nuova Fiat 500 X sbanca al salone di Parigi: è il simbolo del made in Italy

500x

Con questa nuova, piccola crossover, un altro tassello si va ad aggiungere alla già vasta famiglia delle 500, che ora vede ampliati a 360° i suoi modelli, per un utilizzo davvero globale, dalla città al lungo viaggio, fino alle scampagnate domenicali.

fiat500x1Il debutto al salone di Parigi è stato per la 500 X estremamente positivo, questa piccola crossover dall’aspetto simpatico e dalle forme morbide era l’auto che in tanti stavano aspettando. Una crossover con una forte caratterizzazione “Made In Italy”, erede della mitica 500 del 1957 che ha fatto e continua tuttora, a far sognare generazioni di italiani.

Oggi l’attuale gamma composta da ben sei modelli continua a mietere successi, forte dell’immagine creata dalla sua storica antenata. Come le altre componenti, anche la 500 X presenta i tratti distintivi tipici che hanno fatto la fortuna del modello. Il design del frontale presenta i fari che si allungano sul cofano, mentre il piccolo lunotto posteriore inclinato dona quel pizzico di sportività che non guasta mai. Fiat500XLe dimensioni compatte di 4 metri e 25 cm di lunghezza per una larghezza di 1 metro e 80 cm, strizzano l’occhio anche a coloro che desiderano impiegare l’auto nel traffico cittadino di tutti i giorni. Gli interni si dimostrano poi particolarmente accoglienti, rivestiti con finiture di qualità, numerosi vani portaoggetti e differenti tipologie tra tessuti e pellami abbinabili anche con piacevoli tinte a contrasto. Il bagagliaio da 350 litri si dimostra uno dei più ampi della categoria.

fiat500x2A seconda dei mercati sulla 500 X saranno disponibili diverse motorizzazioni per soddisfare i gusti delle clientele più diverse. Da noi in Italia, dove il modello arriverà nelle concessionarie nei primi mesi del prossimo anno, i propulsori disponibili saranno il 1.4 Turbo MultiAir II da 140 CV con trazione anteriore e cambio manuale a sei rapporti, il 1.6 MultiJet II da 120 CV con cambio manuale a sei rapporti e trazione anteriore e il 2.0 MultiJet II da 140 CV con cambio automatico a nove rapporti e trazione 4×4. Tra i propulsori a benzina la scelta potrà ricadere sul 1.6 “E-torQ” da 110 CV con cambio manuale a cinque rapporti e trazione anteriore e sul 1.4 Turbo Multi Air II da 170 CV con trasmissione automatica a nove rapporti e trazione integrale. Solo per i mercati americani sarà disponibile il vigoroso Tigershark 2.4 da 184 CV. La vasta gamma di propulsori si completa con il turbodiesel 1.3 MultiJet II da 95 CV e con il 2.0 MultiJet II da 140 CV con cambio manuale a sei rapporti e trazione integrale.

In occasione del grande lancio sui mercati europei la Fiat ha previsto una serie speciale di soli 2.000 esemplari denominata “Opening Edition”, una sorta di primo premio per i clienti più veloci che acquisteranno la vettura. L’allestimento è infatti un top di gamma e si presenta decisamente accattivante. Le versioni per gli esterni disponibili saranno due: una più cittadina, l’altra maggiormente dedicata al tempo libero e al fuoristrada leggero, che si presenta con l’inedita colorazione tristrato Rosso Amore. Oltre alla ricca dotazione di serie su questa versione spiccano contenuti esclusivi come il Pack Navi, interni in pelle bicolore rosso e nero, sensori pioggia e visibilità, specchietti ripiegabili elettricamente e comandi al volante con l’esclusivo badge identificativo. Il listino prezzi della “Opening Edition” parte da 21.900 euro per la 1.4 Turbo MultiAir II da 140 CV e raggiunge i 30.650 euro per la 2.0 MultiJet II da 140 CV abbinata al cambio automatico a 9 rapporti.