Da Napoli a Positano per saltare nel vuoto: il suicidio sventato a Positano

curva-positano

POSITANO. Ieri mattina un ragazzo di Napoli ha raggiunto la costiera amalfitana. Ha parcheggiato la macchina quasi in mezzo alla carreggiata in uno dei tornanti dopo la Garitta e prima della Pineta di Tordigliano di Vico Equense, in direzione Piano di Sorrento. E’ salito sul muretto, ha chiuso gli occhi, ma al momento di saltare qualcuno o qualcosa deve avergli fatto cambiare idea. Il tutto mentre le macchine passavano, ma nessuno intuiva cosa stesse succedendo: “Ho visto un ragazzo che mi guardava con occhi profondi e dolci, ma smarriti – ha riferito un cittadino di Positano – poi ho visto dallo specchietto retrovisore una macchina parcheggiata male nella curva e mi sono chiesto come mai. Nello stesso tempo il giovane, con i pugni stretti, era salito sul ciglio del muretto che dà sul precipizio”. Forse un attimo di tristezza o il pensiero che non ci fosse soluzione. Poi per fortuna la ragione ha avuto la meglio ed il ragazzo ha desistito. Fatto sta che dinanzi a questi episodi è sempre difficile trovare le giuste parole.