Multe suolo pubblico, partono i ricorsi

comune-sorrento

SORRENTO. Si preannunciano decine di ricorsi contro le sanzioni amministrative comminate nelle scorse settimane dalla polizia municipale per la violazione delle concessioni relative all’occupazione di suolo pubblico. A finire nelle maglie dei controlli i titolari delle attività commerciali che non hanno rinnovato entro i termini di legge le autorizzazioni comunali.

Sulla questione si è innescato un vera e proprio conflitto perché i commercianti lamentano che i ritardi sono legati alla lentezza nell’esame delle pratiche da parte degli uffici comunali. Vicenda nella quale gli esercenti hanno anche incassato la solidarietà dell’assessore alle Attività produttive, Massimo Coppola.

Ora, comunque, si affilano le armi e si preparano i ricorsi contro le sanzioni. L’Ascom-Confcommercio di Sorrento, associazione guidata da Francesco Parisi, ha predisposto un modello prestampato che riporta i motivi dell’opposizione. In particolare si punta ad ottenere l’annullamento delle multe perché gli accertatori non avrebbero contestato e notificato immediatamente la violazione.

Dopo aver presentato i ricorsi bisognerà attendere che gli uffici comunali preposti si esprimano in merito.