Microspie al Comune, Cuomo e Marcia in Procura

microspia

SORRENTO. Il 15 ottobre prossimo il sindaco Giuseppe Cuomo ed il comandante della polizia municipale Antonio Marcia saranno ascoltati dalla Procura di Torre Annunziata nell’ambito dell’inchiesta sul rinvenimento delle microspie nell’ufficio del primo cittadino e nella sala che accoglie le riunioni della Giunta.

Sia il sindaco Cuomo che il responsabile dei caschi bianchi di Sorrento sono stati già ascoltati dagli inquirenti alle prese con un’inchiesta che punta a scoprire chi ha piazzato le “cimici” negli uffici di piazza Sant’Antonino e quale fosse lo scopo di ascoltare le conversazioni degli amministratori pubblici cittadini.

Ricordiamo che gli apparati di ascolto furono rinvenuti proprio dal comandante Marcia dopo una bonifica delle stanze del sindaco e della sala dove si riunisce l’esecutivo. Le microspie erano accuratamente celate all’interno di cassette elettriche. Ovviamente chi ha avuto modo di piazzarle, sicuramente un esperto, è riuscito anche ad intrufolarsi in due uffici normalmente non accessibili al pubblico. Operazione riuscita anche senza lasciare tracce sugli impianti di videosorveglianza del Municipio.

Si attendono anche i risultati dei riscontri tecnici per sapere se è stato possibile individuare l’amplificatore del segnale (apparecchio che si presume installato nel palazzo per consentire la trasmissione delle intercettazioni alle riceventi) e se attraverso i numeri seriali impressi sulle cimici sia stato possibile risalire al produttore ed eventualmente a chi le ha acquistate.