Meta: Tentano di comprare gratta e vinci con soldi falsi, denunciati tre 16enni

banconote-false-sorrento

META. Tre minori tentano di spendere una banconota falsa presso la tabaccheria della stazione, denunciati dai carabinieri. I tre, tutti 16enni, stavano provando ad utilizzare una banconota da 50 euro contraffatta nella tabaccheria della stazione ferroviaria Eav di Meta. I minori si sono presentati alla cassa ed hanno chiesto dei gratta e vinci che intendevano pagare con i soldi falsi.

Il titolare dell’esercizio, resosi conto del fatto che la banconota era contraffatta, ha avvertito i carabinieri della stazione di Piano di Sorrento impegnati nella prevenzione di reati nei luoghi del trasporto pubblico, i quali hanno bloccato e identificato i giovani: sono tutti 16enni, uno di Scafati, uno di Castellammare ed un altro di Boscoreale e tutti incensurati.

I tre minori sono stati denunciati per tentata spendita di banconote falsificate e sono stati poi affidati ai loro genitori.

È stato, invece, arrestato il cittadino ucraino fermato stamane a Vico Equense perché era salito senza biglietto sul treno della Circum. Quando gli addetti alle verifiche dell’Eav gli hanno chiesto il ticket si è rifiutato di esibirlo ed i personale dell’azienda di trasporti ha avvertito i carabinieri. L’uomo è stato condotto in caserma dove si è rifiutato di fornire le generalità, per poi darne di false.

I carabinieri sono comunque riusciti ad identificarlo. È emerso che è senza fissa dimora ed ha al suo carico numerosi precedenti oltre ad essere gravato di un ordine di espulsione dal territorio nazionale. I militari dell’Arma del capitano Marco La Rovere, pertanto, lo hanno tratto in arresto e domattina sarà processato per direttissima. Dopo che avrà scontato la pena sarà espulso.