Capri Watch - Fashion Accessories

Mensa scolastica a Sorrento, via al bando da quasi 2milioni

mensa scolastica

SORRENTO. Una gara di appalto da quasi due milioni di euro per assicurare il servizio di refezione scolastica per il periodo compreso tra il primo gennaio 2020 ed il 30 giugno 2022. Nel capitolato sono anche inclusi i menù per i centri ricreativi estivi che accoglieranno i bambini durante i mesi di luglio ed agosto dei prossimi due anni. Il Comune di Sorrento ha pubblicato sul proprio sito internet il bando per la fornitura dei pasti per le mense della scuola dell’infanzia, della primaria e della secondaria di primo grado dei due istituti comprensivi cittadini, il “Sorrento” ed il “Tasso”.

In totale si stima che ogni anno si dovranno preparare 198mila pranzi, vale a dire 6mila e settimana e mille e 200 al giorno, compresi quelli per i docenti. La cifra a base d’asta ammonta ad un milione e 848mila euro. Se si ipotizza nel triennio la preparazione di circa 500mila pasti, il costo unitario è pari a poco meno di 4 euro. Inoltre il bando stabilisce esattamente il menù che dovrà essere preparato per ogni giorno della settimana a seconda della scuola frequentata dagli alunni, prevedendo sempre un primo piatto, un secondo con contorno, pane e frutta di stagione. Ciascuna razione dovrà essere del peso stabilito in base alle tabelle dietetiche allegate al bando.

Infine, per quanto riguarda la qualità del cibo, esclusi tassativamente gli Ogm, si punta sul biologico ed i prodotti a denominazione di origine protetta e controllata, con particolare riguardo ai piatti tipici del territorio. Ovviamente bisogna rispettare tutte le norme che attengono alla tracciabilità, all’etichettatura e, soprattutto, all’igiene degli alimenti, prestando la massima attenzione alle corrette modalità di conservazione.

Le domande di partecipazione devono essere consegnate alla Centrale unica di committenza della penisola sorrentina (vale a dire all’ufficio protocollo del Comune di Sorrento) entro le ore 12 del prossimo 16 dicembre. Possono prendere parte alla gara si appalto solo le ditte che abbiano svolto per almeno due anni consecutivi attività di preparazione e somministrazione di pasti a minori e la sorveglianza dei bambini per conto di una pubblica amministrazione. L’aggiudicazione avverrà da parte di un’apposita commissione alla ditta che avrà presentato l’offerta più vantaggiosa sulla base del miglior rapporto qualità/prezzo dei pasti.