Massa Lubrense, da anni sette frazioni attendono l’Adsl, scoppia la protesta

municipiomassa

Mezzo paese ancora senza una connessione veloce. Una situazione insostenibile che provoca le rimostranze degli abitanti.

Proteste che sono state raccolte dal consigliere comunale di opposizione, Pietro Di Prisco, che ha presentato un’interpellanza all’amministrazione.

Sono trascorsi tre anni dalle prime segnalazioni inviate alla Telecom per la mancata introduzione dell’Adsl in abitazioni e aziende di Nerano, Termini, Marciano, Caso, Schiazzano, Puolo e Metrano. Tutti si chiedono quali siano gli ostacoli che impediscono la realizzazione di un sistema di comunicazione telefonica nei loro centri.

Le lamentele dei cittadini, quindi, sono diventate oggetto di un’interpellanza presentata al presidente del Consiglio comunale di Massa Lubrense, Luigi Ercolano. 
In particolare, nel documento, si chiede di discutere nella prossima seduta dell’assise cittadina, di quali siano gli intendimenti dell’amministrazione per porre fine a questa situazione di disagio.

Il consigliere Di Prisco, del gruppo di minoranza “Patto con la città”, ha inoltre proposto l’installazione di una rete WiFi da parte di altre società.