Mamme sul piede di guerra contro il riassetto scolastico

scuolaincontro

Oggi pomeriggio, alle 17, si è tenuto un incontro organizzato dalla dirigente scolastica della Vittorio Veneto, Daniela Denaro, per fare il punto sulla situazione delle scuole di Sorrento.

Una questione incandescente che ha alla base ancora il problema dei lavori di messa in sicurezza del plesso di piazza della Vittoria. Dopo oltre tre anni, infatti, gli interventi per il consolidamento statico della struttura sono ancora alle prime fasi e non si sa quando saranno completati. In questa situazione di totale incertezza è intervenuta la decisione della Regione che, nell’ambito del Piano di riordino scolastico, ha deciso di creare due istituti comprensivi a Sorrento. Uno formato dalla scuola media Tasso con l’Angelina Lauro e le sue classi dell’infanzia e primarie.

L’altra struttura sorgerebbe intorno alla Vittorio Veneto che andrebbe implementata con la costituzione di un corso di scuola secondaria di primo grado. C’è, però, il problema della disponibilità del plesso di piazza della Vittoria, che certamente non arriverà prima del prossimo anno scolastico. Allo stesso tempo preoccupa il passaggio dell’Angelina Lauro nell’istituto comprensivo con la Tasso che potrebbe portare ad ulteriori sacrifici per i bambini.

In questo clima decisamente infuocato, si è tenuto l’incontro pubblico di oggi pomeriggio. I genitori dei bambini si sono detti pronti ad innalzare le barricate se l’amministrazione comunale non interviene presso la Regione per chiedere un rinvio del riassetto scolastico di Sorrento. E la dirigente scolastica ha gettato ulteriore benzina sul fuoco dicendo che “da tre anni siamo costretti ad operare nel caos più totale senza il necessario supporto delle istituzioni”.

Gli animi sono già surriscaldati e domattina si replica con una nuova assemblea.