L’ultimatum di Domnica al comandante Schettino: “Ti do sei giorni per dire la verità”

dominicaschettino-press

META. “Francesco Schettino, ti do sei giorni per dire la verità su quello che è successo immediatamente dopo aver dato l’annuncio di abbandono della nave. Solo sei giorni”. È l’ultimatum lanciato via Facebook da Domnica Cemortan, la donna moldava che era al suo fianco del comandante Francesco Schettino durante il naufragio della Costa Concordia.

La donna l’ha postato il 24 settembre, quindi scade domani. Poi potrebbero arrivare dettagli importanti su cosa accadde la notte del 13 gennaio 2012. Sarebbero rivelazioni stranamente rimaste fuori dal processo.

Cemortan (che sta scrivendo un libro sul naufragio) ha dato qualche “indizio” al settimanale “Oggi”, interrogandosi sul perché, dopo l’impatto, Schettino salì sul ponte 11 della Concordia con lei e con il maitre Ciro Onorato.