Capri Watch fashion & Accessories

Luci di Natale e targa per chi contribuì all’apertura del Museo Correale di Sorrento

museo-correale-luci-natale

SORRENTO. Domani mattina, al Museo Correale, in occasione della presentazione dei dipinti restaurati con la Regione Campania, verrà scoperta la targa commemorativa dedicata ai Benemeriti che 100 anni fa contribuirono di fatto all’apertura del museo sorrentino da residenza privata che era. Nella Delibere del 1923-1924 il consiglio d’amministrazione dell’epoca, si impegnava a ricordare coloro che in quegli anni donarono almeno 1000 lire al Museo Correale.

I 15 nominativi fotografano anche il contesto storico, un elenco tra cui si spera che qualcuno oggi possa riconoscere il nome e l’operato dei propri avi e aggiungere, così facendo, ulteriori tasselli di storia, personale e collettiva: Principessa Angelica dei Medici, marchese Francesco Cavaselice, marchesa Luisa De Medici, Municipio di Sorrento, Banca Generale della penisola sorrentina, comm. Mariano Vervena, Gr. Uff. Tommaso Astarita, Cav. Uff. Antonino Cariello, comm. Luigi Cariello, principe Stefano Colonna, duca Carlo Giovene Di Girasole, cav. Mario Astarita, cav. Silvio Salvatore Gargiulo, cav. Onorato Fiorentino e nob. Alberto Martini.

targa-benemeriti-museo-correale

La targa verrà scoperta domani, nel giorno in cui il Museo Correale presenterà ufficialmente i quattro importanti dipinti restaurati a seguito di Avviso pubblico, con contributo economico della Regione Campania – Direzione Generale per le Politiche Culturali e il Turismo – Unità Operativa Dirigenziale Promozione e Valorizzazione di Musei e Biblioteche grazie ai progetti presentati dalla Direzione del Museo.

Si tratta di quattro opere, olio su tela, di grande formato, realizzate da artisti di rilievo attivi a Napoli e provincia tra Sei e Settecento e il cui restauro è stato visibile al pubblico in questi mesi nelle sale del Museo Correale: “Andata al Calvario”– sec. XVIII, di Giuseppe Bonito; “Fiori con brocca e bacino di rame”– sec. XVII, di Andrea Belvedere; “Il sogno di Giuseppe” – sec. XVII/XVIII, di Giacomo del Po; e “La Pietà” – sec XVII, di Andrea Vaccaro.

Al termine della presentazione del restauro delle quattro opere, sarà possibile anche contribuire a nuovi restauri del Museo Correale con l’acquisto, tramite offerta liberale, del piccolo libro redatto a cura di Filippo Merola in cui sono descritte tutte le fasi del restauro.

Nel frattempo il Natale 2019 rappresenterà anche il primo anno con l’illuminazione esterna del Museo: la facciata dell’edificio, su cui è proiettata la scritta “Buone Feste” in più lingue, rimarrà, infatti, illuminata con il caratteristico colore rosso fino al prossimo 6 gennaio. “Una scelta, quella dell’illuminazione esterna, che è piaciuta a tutti – ha dichiarato il presidente del Museo Correale Gaetano Mauro – abbiamo reso magico l’incrocio di via Correale e riscaldato il Museo con il clima natalizio”.

Ma non finisce qui, perché il Museo Correale ha in programma “Natale al Museo”, un piccolo calendario per festeggiare insieme nei giorni a venire. Domani, sabato 21 dicembre, infatti, alle ore 18:30 si terrà il Concerto di Natale dello Cai Stabiae Chorus mentre sabato 28 dicembre alle ore 19:30 si terrà “Suoni dall’Universo”, pianoforte a 4 mani con le musiche di Shubert, Brahms, Debussy, Liszt e la voce recitante di Carlo Alfaro.

Due, infine, le esposizioni temporanee per questo periodo natalizio: i maestri Giovanna Silvano e Lauro Castellano presentano l’esposizione di arte fotografica “Riflessi di Natale” che accompagna alla visita del presepe realizzato con pastori alla maniera del ‘700 e ospitata al piano terra del Museo Correale.

Tutti gli eventi sono ad ingresso gratuito.

Di seguito il nuovo calendario orari del Museo Correale in vista delle feste natalizie:
Dal martedì al sabato dalle 9:30 alle 18:30
Domenica: dalle 9:30 alle 13:30
24 Dicembre, 31 Dicembre, 6 Gennaio: dalle 9:30 alle 13:30
Chiuso tutti i lunedì, il 25 Dicembre e il 1 Gennaio 2020