Locali commerciali a canoni agevolati a Piano di Sorrento

Municipio-PianodiSorrento1

PIANO DI SORRENTO. Il Comune di Piano di Sorrento intende affittare i nove locali commerciali di via San Michele di proprietà dell’ente garantendo canoni di locazione agevolati per giovani, coppie con figli, donne e uomini disoccupati. A tale proposito la Giunta municipale guidata dal sindaco Vincenzo Iaccarino ha già approvato un atto di indirizzo. Un progetto attraverso il quale si punta a garantire sconti sui canoni di locazione quantificati dall’ufficio Tecnico comunale dell’ente di piazza della Repubblica.

Una riduzione del 30 per cento per i primi tre anni di contratto è prevista per i giovani tra 18 e 29 anni compiuti, disoccupati da almeno sei mesi, per i genitori che non abbiano superato i 35 anni di età e che abbiano figli minorenni ed anche agli imprenditori che si impegnano ad assumere giovani sulla base di un contratto di apprendistato volto al conseguimento di una qualifica professionale per tutta la durata della locazione (in tal caso l’accordo non potrà avere durata inferiore a sei mesi o superiore a tre anni, limite che sale a cinque anni nel caso di apprendistato nell’ambito di attività artigianali).

La riduzione sarà del 20 per cento invece, per i lavoratori che abbiano più di 50enni e siano disoccupati dal almeno 12 mesi o che, in questo stesso periodo, abbiano beneficiato della Cassa integrazione guadagni straordinaria (Cigs) o della Nuova assicurazione sociale per l’impiego (Naspi). In tal caso la riduzione varrà per i primi due anni di locazione. Identica discorso vale anche per le donne disoccupate da almeno 24 mesi. Per beneficiare delle agevola- zioni, comunque, il conduttore dovrà dimostrare di avere un reddito Isee non superiore a 17.142 euro.

I locali oggetto delle agevolazioni sono quelli costruiti tra la fine degli anni Novanta e l’inizio del Duemila nella parte sottostante il parco pubblico di via San Michele, nell’ambito del piano di recupero del centro urbano. Al momento due sono sfitti e sette occupati. Per questo motivo le agevolazioni si applicheranno sin da subito ai primi e solo quando saranno scaduti i contratti in essere ai secondi.