In anteprima, la copertina, creata dalla designer Teresa Biagioli, del romanzo storico di Raffaele Lauro “SORRENTO.THE ROMANCE”, nelle librerie dal novembre 2013.

Sorrento Romanzo

SORRENTO. La creazione della Biagioli racconta, visivamente, attraverso i diversi elementi compositivi, l’immane tragedia, vissuta da Sorrento, con il saccheggio turco del 13 giugno 1558. È l’alba di una giornata della seconda metà del secolo XVI, apparentemente serena. Sorrento, vista dall’alto, a volo di uccello, è distesa, come una preda, indifesa ed inerme, pronta ad essere ghermita, tra la Marina di Capo Cervo (marina piccola), di proprietà dei Correale, insieme con il retrostante vallone (Vallone dei Mulini), destinata al commercio via mare, e la Marina del Porto (marina grande), destinata ai gozzi dei pescatori.

 

La minaccia, rappresentata dalla scimitarra ottomana, con la bandiera del sultano di Istanbul, Solimano il Magnifico, incombe. La proiezione delle ombre della scimitarra e della bandiera, nel cuore del tessuto urbano della città, accresce il pathos e il senso del pericolo. Lo stemma cittadino, in calce, il cui fondo rosso si trasforma in sangue, componendo la data fatale, simboleggia l’epilogo sanguinoso della giornata, con migliaia di vittime, trucidate o prese in ostaggio, trascinate, poi, in catene, sulle galee turche.

RIPRODUZIONE RISERVATA