Capri Watch, fashion accessories

Il Sarno tra i 20 fiumi più inquinati al mondo

fiume-sarno-rifiuti-plastica

È stato inserito tra i 20 fiumi più inquinati del mondo. Durante i lavori della conferenza sui fiumi meno salubri del pianeta, tenutasi a New York, il Sarno si è classificato nella poco invidiabile sesta posizione per livello di inquinamento. Nelle sue acque e in quelli degli affluenti, in base ai dati del Cnr, si trova di tutto, cadmio, piombo, arsenico, pesticidi e perfino cocaina secondo la tesi del professor Charley Cameron.

Scienziati italiani e stranieri sostengono che la miscela di agenti inquinanti ha provocato nel corso degli anni un aumento tra gli abitanti del bacino idrografico di diverse malattie, da quelle cardio-respiratorie alle patologie tumorali.  I soggetti più a rischio sono i bambini come conferma il rapporto Artum del 2012 sui tumori infantili nei siti inquinati. Studio che mette in evidenza come sia una “priorità di sanità pubblica la protezione dei bambini dall’esposizione non volontaria a inquinanti ambientali in quanto essi possono produrre modificazioni cellulari o molecolari che potrebbero incrementare in età adulta malattie neuro-vegetative”.

Anche la Commissione parlamentare di inchiesta sulle cause di inquinamento del fiume Sarno, costituita nel 2003, stabilisce che “la salute della popolazione è sottoposta a pericoli continui e non a caso nella zona esiste un tasso di malattie dell’apparato respiratorio e di malattie infettive e l’esigenza di un’indagine epidemiologica per analizzare possibili relazioni causa effetto tra inquinamento del fiume e le patologie specifiche, cosa che nessun ente ha mai fatto”. La conferma arriva dallo studio condotto dall’Osservatorio regionale sulle neoplasie del bacino del Sarno secondo il quale “eccessi di mortalità per malattie cardio, cerebrovascolari, respiratorio e diabete”.