Il giornalista caprese Giuseppe Catuogno vince il premio “Francesco Landolfo”

Catugno1

Il giornalista caprese Giuseppe Catuogno, per un servizio (che pubblichiamo sulla nostra pagina Facebook) andato in onda nell’estate del 2013 su Telecaprinews nella rubrica Focus, è uno dei vincitori della seconda edizione del premio di giornalismo “Francesco Landolfo” promosso da Ordine dei Giornalisti della Campania, Assostampa Napoli, quotidiano “Roma” e Arga Campania.

 

Lunedì 18 novembre alle ore 11 si terrà la cerimonia di consegna del premio presso la sede dell’Istituto di cultura meridionale, in via Chiatamone 63 (Palazzo Arlotta), a Napoli. Catuogno è il vincitore ex-aequo per la sezione radio/televisione. Il premio, intitolato alla memoria del vicedirettore del “Roma” prematuramente scomparso alcuni anni fa, è assegnato a servizi e opere giornalistiche inerenti tematiche di ambiente, agricoltura e ricerca scientifica.

“Uno scrigno di tesori sommersi nei fondali di Capri” è il titolo del servizio di Giuseppe Catuogno che conduce il telespettatore alla scoperta dei fondali dell’isola di Capri grazie alle ricerche e alle scoperte di Vasco Fronzoni, appassionato di archeologia subacquea, e grazie alle immagini subacquee di Enrico Desiderio. Profondo conoscitore dei fondali dell’isola, Fronzoni è da molti anni impegnato nella difesa del mare caprese e del suo patrimonio culturale sommerso e nelle sue frequenti immersioni nelle acque di Capri è costantemente protagonista di scoperte e di rinvenimenti importanti che contribuiscono ad aggiungere preziosi tasselli alla ricchissima storia dell’isola dei faraglioni. Con immagini e interviste, Catuogno racconta nel servizio le ultime scoperte nei fondali di Capri fatte dal sub Fronzoni.

RIPRODUZIONE RISERVATA