Identificato l’uomo arrestato in costiera perché ritenuto vicino all’Isis

polizia-sorrento

L’iracheno arrestato in penisola sorrentina perché ritenuto vicino all’Isis si chiama Aziz Eshan. Accertamenti sono in corso da parte degli investigatori per definire la sua posizione, ma si ritiene che solo questa mattina sia giunto per la prima volta in costiera. L’uomo è destinatario di un mandato di cattura europeo in quanto considerato un fiancheggiatore dei terroristi.

Il 46enne iracheno è stato rintracciato stamattina dagli uomini della Digos nell’area della penisola sorrentina e fermato in esecuzione di un mandato di cattura europeo per i reati di tentata aggressione, minacce e sequestro di persona. L’uomo si trova in costiera, secondo quanto ha lui stesso ha riferito agli agenti che lo hanno preso, in quanto svolgeva l’attività di mediatore immobiliare. In sostanza affittava o sub affittava abitazioni ai turisti.

Il ministro dell’Interno Angelino Alfano, nel fornire ai media alcuni dati relativi agli interventi operati in Italia contro il terrorismo, ha concluso la propria relazione sottolineando che “questa mattina è stato arrestato vicino Napoli un iracheno noto per essere in contatto con dei terroristi”. L’uomo cui fa riferimento il responsabile del Viminale è proprio quello fermato in penisola sorrentina.