Grande successo per il “Sorrento Young Art Festival”

villa fiorentino

SORRENTO. “Abbiamo riscontrato un successo insperato alla vigilia, con centinaia di visitatori tra cittadini e turisti appassionati di arte contemporanea”. E’ soddisfatto Leone Cappiello, uno degli organizzatori insieme a Paolo Feroce e Simona Schiazzano del “Sorrento Young Art Festival”, la mostra in corso nelle sale di Villa Fiorentino, la splendida dimora del corso Italia sede della Fondazione Sorrento. Fino ad oggi sono poco meno di 1.500 le persone che hanno ammirato le opere esposte nelle 10 sale della struttura.

Il “Sorrento Young Art Festival” non è solo l’apertura di un nuovo cantiere espositivo a cadenza periodica dedicato all’arte contemporanea: è il coronamento di un percorso di selezione, monitoraggio, studio delle leve artistiche operanti sul territorio che parte da lontano, nel corso del quale ci si è sforzati di focalizzare l’attenzione su autori di qualità con un minimo comune denominatore: quello di aver mancato l’aggancio ai circuiti mediatici ed espositivi più accreditati non per demerito proprio, ma per una sostanziale incapacità del sistema attuale dell’arte italiana ad inglobare e promuovere forme di espressione artistica che non siano direttamente riconducibili all’esperanto ben collaudato della nuova arte globalizzata, che predilige (inevitabilmente) i mezzi espressivi più nuovi e accattivanti, al passo con l’evoluzione tecnologica e con la grandeur dello spettacolo massificato, o gli arabeschi concettuali e le provocazioni sociologiche che, per quanto interessanti, non ci sembrano più animati dal fuoco dell’intelligenza e dell’urgenza creativa che caratterizzava gli esperimenti del secolo scorso.

Il “Sorrento Young Art Festival” è un appuntamento annuale con esordienti e nomi già affermati che si esprimono in tutte le forme di arte e design. L’evento vuole trasformare la cittadina della costiera in un punto di riferimento internazionale per l’arte contemporanea. Fino a domenica prossima, 23 aprile 2017, Villa Fiorentino, ospita centinaia di opere divise in tre sezioni di lavoro: area studenti, nuove proposte e area professionisti.

Una intera sezione sarà dedicata alla didattica e la interazione con gli alunni degli istituti scolastici invitati a partecipare in nome della ricerca di nuovi talenti. “Proponiamo l’universalità del Bello contro le discriminazioni geografiche subite dagli artisti che non provengono dalle aree forti del mercato – dicono gli organizzatori -. Perciò mettiamo a disposizione la piazza strategica di Sorrento con la sua terrazza aperta idealmente sul mondo”.

La mostra occupa tutti i tre piani di Villa Fiorentino, presentando una rassegna di varie arti quali scultura, pittura, fotografia e design. Gli orari di apertura al pubblico sono dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 20, con ingresso gratuito.

“Considerata la più che positiva risposta del pubblico – concludono gli organizzatori – insieme ai vertici dell’amministrazione comunale ed all’amministratore delegato della Fondazione Sorrento, Gaetano Milano, abbiamo già stabilito che il prossimo anno riproporremo il “Sorrento Young Art Festival”, che avrà anche una durata maggiore, presumibilmente a cavallo tra i mesi di aprile e maggio”.