Gli studenti della penisola sorrentina all’anteprima nazionale di “A ciascuno il suo” al teatro “Armida”

Antonio-volpe

SORRENTO Mercoledì prossimo, 22 gennaio, con inizio alle ore 9.00 si terrà presso il teatro “Armida” di Sorrento l’anteprima nazionale “A ciascuno il suo” con il popolare attore di origini stabiesi Sebastiano Somma e la bravissima Daniela Poggi. Dopo lo straordinario successo di critica e pubblico della precedente edizione con il prestigioso patrocinio dell’Ufficio scolastico regionale, torna la rassegna teatrale “Contemporanea” promossa dal circolo Endas “Penisola sorrentina”onlus.

 

“Questa commedia – dichiara il direttore artistico della rassegna prof. Antonio Volpe – è tratta dall’omonimo romanzo di Leonardo Sciascia. Potremmo definirla un giallo al contrario, in cui non è la giustizia a trionfare, non è il professore cocciuto, paladino della giustizia, a trovare il bandolo della matassa. A vincere sono i poteri forti che eliminano drasticamente gli ostacoli. Emerge la forza della mafia, il suo essere collusa con la politica e la chiesa, piovra tentacolare.La Sicilia diviene metafora dell’Italia , il tutto tratteggiato nel chiaroscuro”.

Molto bravi gli attori, a partire dai protagonisti Sebastiano Somma (che è il professore che vuole capire), Daniela Poggi (la vedova che poi si consola), Gaetano Aronica (che oltre che a firmare l’adattamento teatrale del romanzo, interpreta l’equivoco sacerdote che si occupa di fatti molto terreni, come la gestione dell’esclusivo Circolo della caccia).Dopo lo spettacolo seguirà l’incontro-dibattito con gli attori a cura della dr. Adele Paturzo(Presidente Endas)e del dr. Carlo Alfaro, responsabile Teatro del Endas.

Hanno aderito in massa all’evento la scuola media “Tasso”(Sorrento), il liceo scientifico “Salvemini”(Sorrento), il liceo artistico “F.Grandi”(Sorrento),il liceo scientifico “Severi”(C.mare di Stabia),l’Istituto Alberghiero “De Gennaro”(Vico Equense) e l’Istituto polispecialistico “San Paolo” di Sorrento che curerà con alcuni suoi allievi anche le varie fasi dell’accoglienza. Una grande festa di teatro d’autore, un grande momento di partecipazione studentesca su temi come la Cittadinanza e la Costituzione, la lotta contro tutte le mafie e le illegalità attraverso uno dei testi più importanti della storia della letteratura italiana.

RIPRODUZIONE RISERVATA