Fiamme e paura tra la penisola e la costiera: l’ombra dei piromani

incendio-180915

Le fiamme divorano l’area tra la penisola sorrentina e la costiera amalfitana. Numerosi focolai stanno tenendo impegnati da ore i vigli del fuoco e la protezione civile. I roghi si sono sviluppati prima a Tordigliano, lungo la Statale Amalfitana tra Vico Equense e Piano di Sorrento. Poi è toccato ai Colli di San Pietro, a Monte Faito, punta Scutolo ed anche a Nerano. Nella frazione di Massa Lubrense il primo fumo è stato avvistato nel tardo pomeriggio di ieri. Incendio che ha divorato diversi ettari di vegetazione. Sul posto vigili del fuoco, gli uomini di Forestale, Protezione Civile e carabinieri. I residenti accusano: l’incendio sarebbe opera di un piromane che sta tenendo in scacco le forze dell’ordine ormai da mesi.

incendio-amalfitana-18settembre

Le fiamme non risparmiano neanche i Colli di San Pietro, nel territorio di Piano di Sorrento. Al momento brucia la zona di Monte Vico Alvano. Roghi che stanno tenendo in apprensione per il loro rapido svilupparsi. La vegetazione secca contribuisce al propagarsi degli incendi, ma anche in questo caso si ritiene che possa esserci la mano dell’uomo dietro ciò che sta accadendo.

La situazione con il passare delle ore diventa sempre più preoccupante. I mezzi antincendio, infatti, faticano a tenere a bada il fuoco, che sta interessando un’area sempre più vasta della zona collinare Tra Meta e Piano di Sorrento. Si inizia anche a temere per le case e per i loro abitanti.

incendio-18092015

I roghi stanno creando problemi anche alla viabilità con l’Anas costretta a chiudere il tratto della Statale 163 Amalfitana compreso tra i Colli di Fontanelle e Positano.

Gli incendi non stanno devastando solo la penisola sorrentina. Incendi sono segnalati anche tra Maiori e Cetara, in costiera amalfitana.

incendio-18settembre15