Emozione per la serata dedicata a Lucio Dalla

film-lucio-dalla-sorrento-palace

SORRENTO. Rinnovato successo, entusiasmo e grandissime emozioni nella serata-omaggio a Lucio Dalla presso l’Hilton Sorrento Palace. La Sala Ulisse ha accolto sia clienti stranieri dell’albergo che un folto pubblico sorrentino, per la proiezione del docufilm “Lucio Dalla e Sorrento – I Luoghi dell’Anima”, scritto, narrato e diretto da Raffaele Lauro, prodotto dalla GoldenGate Edizioni e realizzato da SorrentoChannel.tv.

La manifestazione è stata introdotta dal saluto di benvenuto, a nome della famiglia Russo, del direttore operativo del grande albergo, Fulvia Clapier. La presentazione dell’opera è stata affidata al saggista Riccardo Piroddi, il quale, con una pregevole e articolata sintesi in lingua inglese, ha illustrato il legame di Lucio Dalla con Sorrento, i contenuti estetici del docufilm e il profilo dell’autore, nonché una tesi della maturità, su Lucio Dalla e Sorrento, preparata da uno studente del liceo Salvemini, Carmine Buonagura.

film-lucio-dalla-sorrento-palace1

La proiezione, interrotta da reiterati applausi, specie nei passaggi più emotivamente coinvolgenti, ha confermato come questo ed altri docufilm, di elevata qualità creativa, possano diventare, sulle reti televisive straniere, un formidabile strumento di marketing territoriale e di promozione dell’immagine di Sorrento nel mondo.

Tra i tanti partecipanti: amministratori locali, giornalisti, albergatori, imprenditori, professionisti e moltissimi giovani della penisola sorrentina. “Dopo Vico Equense, il convinto entusiasmo, manifestato anche a Sorrento – ha dichiarato Raffaele Lauro -, per merito della generosa ospitalità di albergatori lungimiranti, come Giovanni e Gianmario Russo, mi conforta a continuare il tour di presentazioni del romanzo e del docufilm, su Lucio e Sorrento, in Italia e all’estero”.

La prossima proiezione pubblica del docufilm avverrà, il 7 agosto 2015, a San Martino Valle Caudina, dove Lucio Dalla cantò, per la prima volta, in pubblico, il suo capolavoro “Caruso”, composto a Sorrento. La serata-omaggio avellinese è stata organizzata dell’amministrazione comunale, su iniziativa del sindaco, Pasquale Ricci e del consigliere delegato alla Cultura, Erminio Petecca.