Capri Watch, fashion accessories

Emergenza abitativa a Sorrento. M5S: Controlli sulle residenze

notte-d'arte-corso-italia

SORRENTO. Da tempo a Sorrento si vive una vera e propria emergenza abitativa legata soprattutto alla trasformazione degli alloggi in strutture ricettive extralberghiere. Una situazione che diventa sempre più preoccupante e che spinge molte famiglie a cercare altrove una casa da prendere in affitto. Ora sul problema interviene la locale sezione del Movimento 5 Stelle, con Rosario Lotito che chiede maggiori controlli sulle residenze per evitare il proliferare di b&b e case vacanza abusive.

Di seguito la nota pentastellata:

Oramai a Sorrento è impossibile o quasi trovare casa in fitto e quelle poche che ci sono hanno dei canoni mensili altissimi. Ribadendo il concetto che la proprietà privata è sacra ed inviolabile ed ogni proprietario è libero di farne ciò che vuole, bisogna fare alcune considerazioni in merito alla gravissima situazione che i Sorrentini stanno vivendo.
Oramai la maggior parte degli immobili presenti sul territorio comunale è adibita a strutture extra alberghiere, con la conseguente causa che molti Sorrentini sono costretti a lasciare la loro amata Sorrento e se fortunati, riescono a trovare alloggio presso un comune confinante altrimenti non resta che andare ad abitare fuori penisola con tutte le conseguenze che ne derivano, a partire dalla sofferenza di abbandonare il proprio paese ed i propri affetti.

Bisogna trovare urgentemente una soluzione a tale gravoso problema. Riceviamo giornaliermente messaggi da parte di famiglie alle quali non è stato rinnovato il contratto di fitto appunto perché quell’immobile deve essere trasformato in casa vacanza o b&b. Occorre mettere in campo azioni che invertano una tale gravissima tendenza. Bisogna urgentemente verificare se tutte le residenze di quelle case, disabitate in inverno e abitate solo in estate, sono reali mettendo in atto una serie di controlli inattesi a varie ore del giorno per un arco di tempo non inferiore a 6/8 mesi e non verificare una residenza con una semplice visita da parte del personale comunale, il più delle volte concordata.

Non dimentichiamo che sulla prima casa c’è l’esenzione dell’Imu e quanti appartamenti che vediamo chiusi in inverno sono considerati falsamente come prima casa? Quanti di questi proprietari hanno dichiarato di avere la residenza in quell’immobile e poi di fatto non è cosi? La Corte di cassazione “ord. n. 13241 del 28.05.2018” afferma che non è possibile trasferire la propria residenza nel Comune del luogo in cui si possiede una casa ove si trascorrono solo le vacanze. Innalzare al massimo consentito dalla legge le aliquote delle imposte comunali a tutte le strutture extralberghiere e praticare agevolazioni fiscali a chi invece fitta un immobile con contratto regolare a giovani sposi o famiglie sorrentine.

Non dimentichiamolo, questi residenti fantasma al momento del voto si materializzano e, a discapito dei sorrentini, votano chi agevola un tale andazzo a discapito delle casse comunali e dei sorrentini.

Proviamo ad indagare quante di queste dimore sono abitate per tutto l’anno invitando tutti coloro che abitano in palazzi o parchi in cui ci sono appartamenti che si animano solo durante i mesi estivi, di bussare alla porte di questi appartamenti durante l’arco del giorno e per un periodo di almeno 30 giorni e vediamo quanti apriranno.
Inviateci i dati di tale indagine.