Elezioni comunali a Sant’Agnello: Tutti gli eletti

santaaa

SANT’AGNELLO. La competizione è stata lunga ed estenuante, ma alla fine le urne hanno dato il loro responso. Piergiorgio Sagristani torna ad essere sindaco dopo i due mandati consecutivi tra il 1998 ed il 2008.

 

Netta l’affermazione della lista “Sant’Agnello prima di tutto” che ha portato a casa il 59,3 per cento dei consensi, contro il 39,5 per cento raccolto dalla compagine “Liberi e uguali per Sant’Agnello”, capitanata dal primo cittadino uscente Gian Michele Orlando. I “Cristiano democratici” di Rosario Salerno, invece, ottengono appena l’1,1 per cento di preferenze.

Con Sagristani, negli scranni del Consiglio comunale riservati alla maggioranza, siederanno, quindi, 7 componenti la sua lista. Oltre alle due quote rosa, Maria De Martino e Clara Accardi, ci saranno Pasquale Esposito, Antonino Castellano, Giuseppe Gargiulo, Franco De Angelis ed Attilio Massa.

L’opposizione, invece, sarà rappresentata da Orlando e da Antonino Coppola e Pietro Gnarra.

Durante la festa per la vittoria, Sagristani ha commentato il risultato dicendo che “gli elettori non hanno dimenticato i dieci anni di conquiste sociali e sviluppo economico dal 1998 al 2008: Ora bisogna lavorare alla rinascita di Sant’Agnello”.

Non ha recriminazioni da fare, invece, Gian Michele Orlando. “Ci abbiamo provato – ha detto il sindaco uscente –. Ora ci batteremo affinché vengano realizzati gli interventi necessari al paese e contro le lobbies che hanno condizionato il risultato elettorale”.

Una curiosità: Il prete candidato, don Nicola De Maria, che correva con Salerno, ha raccolto appena 11 consensi. Considerando il tam tam mediatico che ha provocato la sua discesa in campo verrebbe da dire alla Shakespeare “molto rumore per nulla”.

RIPRODUZIONE RISERVATA