Domani a Sorrento si celebra la “Giornata del bersagliere”

fanfara-bersaglieri-sorrento

SORRENTO. Nel giorno dell’Epifania, torna a Sorrento, come da tradizione ormai consolidata, la “Giornata del bersagliere”, organizzata dalla locale sezione dell’Associazione nazionale bersaglieri “Quintino Gugliucci” presieduta da Nicola Buonocunto. Manifestazione che rientra nell’ambito del calendario di eventi “M’illumino d’inverno”. Un appuntamento, giunto alla 29esima edizione, molto atteso da cittadini e turisti pronti, come di consueto, a stringersi attorno ai fanti piumati della Brigata Garibaldi proveniente da Caserta.

Molte le autorità attese per la manifestazione: il generale Ottavio Renzi (presidente neoeletto dell’Associazione nazionale Bersaglieri), il generale di brigata Nicola Terzano (comandante della Brigata Bersaglieri di Caserta), il colonnello Eugenio Martone (presidente interregionale dell’Anb), Antonio Palladino (presidente provinciale Anb di Caserta che parteciperà alla sfilata con il medagliere, novità assoluta per la manifestazione sorrentina), Ciro Lubrano (presidente provinciale Anb di Napoli), Gerardo Corbo (vicepresidente regionale Anb). A questi si uniranno il nucleo storico di militari che presenziano alla manifestazione sorrentina da oltre 20 anni, ossia i generali Angelo Agata, Nicola Palma e Andrea Mastroianni.

La Fanfara dei Bersaglieri, guidata dal capo fanfara, il maresciallo maggiore Marco Di Lucia, partirà da piazza Lauro alle ore 10 per raggiungere piazza Tasso dove si aggregheranno le autorità cittadine per quindi procedere congiuntamente verso piazza della Vittoria dove sarà deposta la corona di alloro in omaggio ai caduti.

Successivamente, al Circolo dei forestieri, il saluto del sindaco di Sorrento, Giuseppe Cuomo e dell’assessore agli Eventi, Mario Gargiulo, prima della cerimonia del “Vin d’honneur”, il vino d’onore. Quindi la Fanfara muoverà alla volta dell’ospedale “Santa Maria xdella Misericordia” per regalare qualche momento di gioia ai degenti ed al personale sanitario. A seguire, i fanti percorreranno con il loro ritmo incalzante il tracciato di corso Italia fino a raggiungere il palco di piazza Tasso, dove alle ore 12, avrà luogo il tradizionale concerto dell’Epifania.

“Ogni anno – commenta l’organizzatore Nicola Buonocunto – diventa sempre più difficile organizzare questa manifestazione ma, con il nostro spirito bersaglieresco, cerchiamo di mettercela tutta per perpetuare questa tradizione che ormai si avvia verso il trentennale. Speriamo che, in vista dell’anniversario del prossimo anno, l’amministrazione comunale ci sia ancora più vicina”.

di Claudia Esposito