Capri Watch fashion & Accessories

Domani a Nerano i funerali di “Ciriniello”

antonino-pane-ciriniello

MASSA LUBRENSE. Si svolgeranno domani pomeriggio, nella chiesa parrocchiale del Santissimo Salvatore della frazione di Nerano, i funerali di Antonino Pane, il 71enne deceduto in seguito alla collisione tra il suo barchino con cui era uscito per una battuta di pesca, ed un gommone. Impatto verificatosi mercoledì sera verso le 22 al largo di Marina del Cantone. Alle ore 16 è in programma la cerimonia per tributare l’estremo saluto a “Ciriniello” il soprannome con cui tutti a Massa Lubrense conoscevano la vittima del drammatico schianto in mare. Sarà l’occasione per la comunità del borgo dei pescatori di far sentire la propria vicinanza alla moglie Francesca ed ai due figli del 71enne, Ernesto e Filomena.

La salma di Antonino Pane è stata restituita ai familiari dopo l’autopsia effettuata venerdì scorso dal medico legale nominato dal pm della Procura di Torre Annunziata, Emilio Prisco, titolare del fascicolo di indagine sull’incidente. Lo stesso sostituto procuratore ha iscritto nel registro degli indagati per l’ipotesi di reato di omicidio colposo il 50enne che, secondo le testimonianze raccolte dalla Capitaneria di Porto di Castellammare di Stabia, era al timone del gommone al momento dell’impatto, Giuseppe Milano.

I risultati dell’autopsia saranno resi noti solo tra qualche settimana. L’obiettivo è di chiarire le cause del decesso di “Ciriniello”. Nel frattempo gli uomini della Guardia Costiera, agli ordini del comandante Guglielmo Cassone, proseguono nelle indagini per ricostruire la dinamica dell’accaduto. Grazie anche alle testimonianze fornite dai passeggeri a bordo del gommone, gli investigatori puntano a stabilire la velocità tenuta dall’imbarcazione di Giuseppe Milano e se il barchino di Antonino Pane fosse dotato delle luci di segnalazione.